Ceriale, progetti sociali per i residenti con reddito di cittadinanza

I progetti utili alla collettività possono essere realizzati in vari settori di interesse pubblico, dal sociale, all’ambiente, passando per la tutela dei beni comuni o ambiti culturali, artistici e formativi

Comune di Ceriale

L’amministrazione comunale di Ceriale sta approvando un atto di indirizzo per la realizzazione di progetti utili alla collettività che permetterà ai residenti destinatari del reddito di cittadinanza di dare un contributo alla comunità svolgendo a titolo gratuito attività legate a diversi progetti sociali, ambientali, culturali e di cura del territorio.

“Salvo casi particolari ed espressamente indicati dalla legge, coloro che percepiscono il beneficio economico del reddito di cittadinanza, finalizzato a favorire un percorso di reinserimento socio-economico a cittadini inoccupati, potrà e dovrà, in attesa di una vera attività lavorativa, restituire alla comunità una piccola quota di tempo per rendersi utile in progettualità di varia natura promosse dal Comune o da soggetti privati” afferma l’assessore ai servizi sociali Eugenio Maineri.

I progetti utili alla collettività possono essere realizzati in vari settori di interesse pubblico, dal sociale, all’ambiente, passando per la tutela dei beni comuni o ambiti culturali, artistici e formativi: “Si tratta di un atto importante che permetterà di trasformare una misura al momento solo economica in una risorsa per tutta la comunità locale, fornendo una opportunità di reinserimento sociale a persone che sono rimaste inoccupate e che hanno subito gli effetti dell’emergenza Covid-19” aggiunge l’assessore cerialese.

“Il reddito di cittadinanza è stato criticato in quanto percepito come provvedimento esclusivamente assistenziale, ma è altrettanto vero che la continuità dell’erogazione, escluse situazioni davvero particolari, è condizionata alla partecipazione a progetti utili oppure ad altri percorsi sociali. In caso contrario si rischia di perdere il beneficio in quanto la normativa prevede l’obbligo, anche solo per poche ore settimanali, di prendere parte attivamente a iniziative per la collettività”.

“L’amministrazione cerialese è intenzionata a realizzare alcuni progetti in settori specifici, partendo da quelli che sono i bisogni della nostra comunità e coinvolgendo persone che hanno il dovere e le possibilità di rendersi utili”. Inoltre, aziende private e cooperative possono contribuire alla realizzazione di progetti previsti dal piano comunale, con possibilità di uno stanziamento specifico di fondi statali: “Per queste procedure gli uffici dei Servizi Sociali del Comune sono a disposizione per dare indicazioni in merito alle modalità di presentazione delle singole proposte” conclude l’assessore Maineri.


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%