Artigianato: al via le domande Eblig per gli interventi 2020

Sono circa 350 mila euro le risorse a disposizione delle imprese e i loro dipendenti, in regola con i versamenti all’Eblig, per gli interventi realizzati nel 2020

euro costruzione

L’Ente bilaterale dell’artigianato ligure, costituito dalle associazioni artigiane e sindacali della Liguria, ha stanziato circa 350 mila euro per le imprese e i loro dipendenti, in regola con i versamenti e con esclusione del contratto dell’edilizia, per gli interventi realizzati nel 2020. In aggiunta quindi al recente pagamento delle risorse della cassa integrazione, appena ricevute dal ministero, per i mesi di novembre e dicembre le imprese e i lavoratori liguri potranno iniziare da oggi a presentare domanda per ricevere un contributo.

Per quanto riguarda le imprese, saranno erogati contributi fino a 1.000 euro per “incremento e mantenimento occupazione”; 700 euro per la “maternità” e in misura percentuale per “eventi eccezionali”, “sicurezza”, “qualità e innovazione” e “riduzione premio Inail”. È stata aggiunta anche una misura di “incentivi a favore delle imprese colpite dal Covid-19”, per le imprese i cui titolari, soci e dipendenti siano risultati positivi al Covid-19 o sottoposti a quarantena e abbiano dovuto sospendere quindi l’attività. Il contributo alle imprese richiedenti sarà fino a un massimo di 500 euro da 3 a 5 giorni di sospensione, fino a un massimo di 1.000 euro da 6 a 10 giorni di sospensione e fino a un massimo di 2.000 euro oltre gli 11 giorni di sospensione. È esclusa la chiusura dovuta a decreti nazionali e ordinanze regionali o comunali.

«Grazie anche all’intervento della Regione Liguria – commenta Luca Costi, presidente dell’Ente Bilaterale – riusciamo a stanziare una cifra importante per aiutare gli artigiani liguri con dipendenti in un anno molto difficile. Un segnale importante che testimonia la volontà di stare sempre al fianco delle imprese, anche in modo tangibile e concreto».

Per i lavoratori dipendenti sono previsti contributi per la maternità e per la carenza dei primi tre giorni di malattia. «Tra gli interventi finanziati – spiega Piero Billò, vice presidente Eblig – risulta di particolare interesse per i lavoratori, quello sulla cosiddetta carenza dei primi tre giorni della malattia integrando parzialmente la mancata copertura conseguente alla applicazione delle norme in essere come la normativa generale Inps e quella del Ccnl artigiani».

«Le domande di contributo – conclude Laura Viacava, direttore Eblig – potranno essere presentate gratuitamente fino al 15 maggio 2021 agli sportelli dell’Ente presso le sedi delle associazioni artigiane e sindacali o direttamente online seguendo le procedure sul nostro sito www.eblig.it».