Turismo e outdoor: nascono gli Alassio Bike Hotel

Di questi giorni la prima riunione degli “Alassio Bike Hotel”, un gruppo di alberghi che ha raccolto la sfida e si è dotato di un regolamento per l’accoglienza di un target di clientela ben preciso

MtB

Alassio | Nascono gli Alassio Bike Hotel e un progetto di promozione mirato. Nel solco delle indicazioni degli esperti di marketing, che si sono espressi sul futuro turistico della Città del Muretto, le Associazioni di Categoria cittadine e l’Amministrazione Comunale stanno portando avanti azioni sinergiche di sviluppo di settori di evidente appeal, in passato forse trascurati in favore di una vocazione turistica principalmente balneare.
“Una delle linee che abbiamo sviluppato in collaborazione con Roberta Zucchinetti, consigliera Incaricata allo Sport del Comune di Alassio, con la Gesco e con l’Associazione Ride The Planet – spiega Stefania Piccardo, presidente dell’Associazione Albergatori di Alassio – è quella dei sentieri e del mondo bike, con il progetto Alassio Blu Bike Adventure”.

“Un progetto che – dice Roberta Zucchinetti – partendo dalla pulizia e dalla manutenzione dei sentieri, non solo destinati al bike, muove verso la riqualificazione dell’intera rete sentieristica del comune”. “La partecipata del Comune, a capitale interamente pubblico – precisa l’assessore alle Partecipate, Fabio Macheda – investe nell’operazione outdoor così delineata 25.600 euro per la manutenzione sentieri e 3000 circa per mappatura. Si tratta di un concetto sicuramente nuovo e organico per la Città. L’Amministrazione Melgrati Ter cerca di rendere sinergiche le risorse per uno scopo comune di sviluppo economico del territorio e la direzione intrapresa avrà ancora ulteriori potenzialità da palesare”.

“A breve – prosegue Piccardo – ci sarà quindi la posa di tutta la nuova cartellonistica, sarà completata la mappatura con la realizzazione di Tracce GPS e la realizzazione di cartine destinate alle mountain bike, ai percorsi escursionistici e alle bici su strada con tutte le informazioni sia dei servizi offerti sia dei bike hotel”.

Ed ecco la prima novità. Di questi giorni la prima riunione degli “Alassio Bike Hotel”, un gruppo di alberghi che ha raccolto la sfida e si è dotato di un regolamento per l’accoglienza di un target di clientela ben preciso. “Hanno già aderito 26 strutture – prosegue Piccardo – alberghi, residence, bed and breakfast, agriturismi, insomma grandi alberghi, anche 5 stelle, e strutture più piccole ma sempre con precisi canoni di accoglienza e servizi. Con parte dei fondi della Tassa di Soggiorno abbiamo finanziato un video che sarà presentato questa mattina agli albergatori e operatori economici di Cervinia andando con l’obbiettivo di sviluppare il naturale legame mare-montagna e di ricercare un turismo di qualità”.

“Lo sport è sempre stato traino turistico per una città che, se deve moltissimo al turismo balneare, ha sempre cercato proprio attraverso lo sport di allungare le proprie “belle” stagioni – conclude l’assessore al Turismo Angelo Galtieri – ora si tratta di mettere a sistema le innumerevoli risorse del nostro territorio e predisporre offerte mirate in grado di attrarre un turismo qualificato. La normativa di contenimento dell’emergenza sanitaria ci ha fortemente penalizzato e non possiamo permetterci di farci trovare impreparati rispetto ad un’auspicata prossima ripresa dei flussi turistici”.

Speciale IBS leggere l’attualità. Una selezione di libri che aiutino a decifrare ciò che accade in Italia e nel mondo e capire i temi più caldi del momento