Franco Astengo “Savona 2021: aprire subito il cantiere di una sinistra ‘di unità e progetto’” di

"La sinistra, quella dei soggetti politici e quella presente in attività culturali e di impegno sociale, deve attrezzarsi da subito per essere presente nella contesa che si sta preparando"

facciata Palazzo del Comune di Savona

Savona | Programmi e coalizioni in prospettiva delle elezioni comunali del 2021: le considerazioni del politologo savonese Franco Astengo.

«L’incontro (online) di venerdì scorso 27 novembre, tra tutti i soggetti potenzialmente interessati a costruire una coalizione democratico – progressista,ha aperto ufficialmente la prospettiva elettorale per la primavera 2021.
Il Comune di Savona necessita di un radicale cambio di rotta sia al riguardo dell’attuale amministrazione di centro destra sia rispetto a retaggi passati che è necessario superare innovando fortemente la qualità dell’azione politica e amministrativa.
La proposta del “Patto per Savona” avanzata dal Laboratorio di idee portato avanti nel corso di questi anni per impulso, fra gli altri, di Marco Russo può rappresentare il punto di riferimento per questa necessaria aggregazione di progetto e di diverse (ma convergenti) sensibilità politiche.
Questa situazione potrà evolversi favorevolmente, anche sul piano elettorale, a condizione che si sviluppi un impegno comune tra una pluralità di soggetti.
I soggetti che aspirano ad essere parte di questa alleanza debbono definire da subito, con grande impegno e attenzione, sia le coordinate progettuali sia i diversi riferimenti politici .
Appare evidente la necessità di allargare al massimo il campo di iniziativa che non potrà essere limitato alle sole forze politiche: servirà un forte impatto della “savonesità”, della presenza cioè delle forze più vive e impegnate culturalmente presenti nella nostra Città.
Si tratta, infatti, di fronteggiare una non facile fase di declino, accentuata da una situazione generale molto complessa segnata, in primis, dall’emergenza sanitaria.
La sinistra, quella dei soggetti politici e quella presente in attività culturali e di impegno sociale, deve attrezzarsi da subito per essere presente nella contesa che si sta preparando.
Il gruppo “Il rosso non è il nero” aveva predisposto, nelle settimane passate, un documento sintetizzato nel titolo “Unità e Progetto” contenente alcune forti indicazioni programmatiche sulle quali si è realizzata una importante adesione da parte di personalità di rilievo nella vita cittadina e nella sua storia più recente.
Si tratta di rovesciare l’idea di una “città di transito” (imperniata sulle crociere) a una “città di nuovi residenti”, nuovi residenti in questo caso provvisti di un elevato standard culturale e di richiesta complessiva nelle condizioni di qualità della vita.
Come può la sinistra attrezzarsi per essere soggetto trainante di una progettualità di questo livello e componente essenziale di quella alleanza vasta cui si accennava all'inizio e che dovrebbe trovare nel "Patto per Savona" il suo collante politico, programmatico, elettorale ?
È evidente che non è sufficiente la semplice alleanza tra i soggetti politici strutturati esistenti: occorre costruire un vero e proprio movimento, del quale i partiti siano parte integrante, ma all'interno del quale si tratterà di trovare in diverse forme di aggregazione e anche nelle singole personalità disponibili la capacità e la forza per una ambiziosa presentazione elettorale.
Una sinistra di "unità e progetto" deve essere conscia del proprio compito di oltrepassare l'idea elettoralistica del semplice conseguimento di una rappresentanza.
Una sinistra di "unità e progetto" è chiamata quindi a svolgere una funzione cruciale e un'assunzione di piena e diretta responsabilità nell'apertura per Savona di un nuovo ciclo di sviluppo in una visione alternativa rispetto al passato.» Savona | Franco Astengo

SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%