Albenga: nasce un numero per far fronte all’emergenza Covid

Un numero di telefono di riferimento per la consegna a domicilio di spesa e farmaci per coloro che si trovano impossibilitati ad uscire di casa.

Entrata e Stemma del Municipio di Albenga

Albenga | Per far fronte alla seconda ondata di Emergenza Covid-19, il Comune di Albenga ha attivato, per mezzo della Protezione Civile e dei volontari delle Associazioni del Terzo Settore presenti sul territorio, un numero di telefono al quale far riferimento per la consegna a domicilio di spesa e farmaci per coloro che si trovano impossibilitati ad uscire di casa. Sono molto contenta di questa iniziativa” commenta l’assessore Simona Vespo; “Siamo pronti ad affrontare questa nuova ondata dell’emergenza sanitaria e, proprio per questo, stiamo lavorando al ‘Tavolo dell’Emergenza’ che riuscirà a dare una risposta importante alle persone in difficoltà”.

Il servizio sarà attivo il martedì e il giovedì dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 16,00 alle 18,00. Il numero di telefono è il seguente: 3341053904. L’iniziativa, nata dall’unione di intenti dei consiglieri Raiko Radiuk, Mirco Secco e Martina Isoleri, con il coordinamento dell’Assessore ai Servizi Sociali Simona Vespo, si inserisce in un progetto più ampio denominato “Tavolo dell’Emergenza”. L’idea è quella di mettere in rete le esperienze in modo da rendere più efficace ed efficiente l’impatto solidale sul territorio, operando in stretta sinergia anche con gli Uffici delle Politiche Sociali.  “Gli obiettivi di questo secondo progetto possono essere sviluppati più ad ampio respiro, in un’ottica di Sviluppo Sostenibile promosso dall’Agenda 2030 e che vede la forte presenza anche del Terzo Settore, in primis il combattere lo spreco alimentare proponendo ai supermercati la raccolta del cibo in scadenza.

Martina Isoleri, consigliere delegato al volontariato: “Sono molto contenta di poter iniziare questo progetto che ha visto coinvolti diversi uffici comunali, in particolare l’ufficio alle politiche sociali, l’ufficio tecnico e il patrimonio. Un grazie inoltre a Gianni Naso,colui che coordinerà il progetto per conto della Protezione Civile. Credo che questa iniziativa possa rispondere, anche se in piccola parte, alle esigenze, sia a breve che lungo termine, poste dall’emergenza Covid”. Soddisfazione anche da parte dei consiglieri Raiko Radiuk e Mirco Secco: “Siamo riusciti ad organizzare questa bella iniziativa grazie alla collaborazione di tutti uniti allo scopo di aiutare il prossimo. La protezione civile ancora una volta ha risposto prontamente alle esigenze della città e per questo li ringraziamo calorosamente. Speriamo che l’emergenza possa cessare presto cercando, nel frattempo, di fare il massimo per poter aiutare in particolare le persone in difficoltà”.