Allerta Meteo, ad Alassio riunito il Coc

Giannotta: "Attivo da questa sera il nuovo numero di Protezione Civile 0182 641730. Per qualche tempo, per evitare disguidi, sarà attivo anche il vecchio numero che inoltrerà la chiamata alla nuova sede"

Alassio La riunione del Coc in Sala Carossino

Alassio | Per la prima volta, dall’approvazione in Consiglio Comunale del nuovo Regolamento di Protezione Civile il COC di Alassio, Centro Operativo Comunale di Protezione Civile, si è riunito nella Sede Municipale negli uffici allestiti in Sala Carossino al primo piano del Comune.

Anche il piazzale a lato levante della sede municipale – quello dotato di sbarra – sarà utilizzato come base per i mezzi di soccorso in modo da poter dare rapido seguito alle direttive del Coc. L’incontro a seguito dell’allerta idrogeologica diramata dall’Arpal rispetto alla perturbazione che da questa sera investirà la Liguria e le nostre coste.

“È allerta gialla su tutta la Regione dalle ore 20 di questa sera, arancione sul centro-levante dalla mezzanotte di oggi e fino alla mezzanotte di domani, arancione anche sul ponente e sul nostro territorio dalle dodici di domani, venerdì 2 ottobre, fino alla mezzanotte – spiega Franca Giannotta, Assessore alla Protezione Civile del Comune di Alassio – proprio in ordine alla tipologia di allerta e ai rilievi previsionali ci siamo subito riuniti e confrontati anche con i dirigenti scolastici della città. Si è infatti deciso di chiudere le scuole in presenza, delegando ai rispettvi plessi scolastici, la decisione se procedere in modalità di “didattica on-line”. Chiuse palestre, impianti sportivi, parchi e cimiteri, come da protocollo”.

“Attivo da questa sera – prosegue Giannotta – il nuovo numero di Protezione Civile 0182 641730. Per qualche tempo, per evitare disguidi, sarà attivo anche il vecchio numero che inoltrerà la chiamata alla nuova sede”. “Abbiamo avvisato le associazioni di categoria – proseguono dal Coc – in modo che possano organizzarsi con mezzi di protezione e difesa dal mare, dal vento e dall’acqua, e ci stiamo preparando per gestire l’emergenza”.