Elezioni Regione Liguria: ha votato il 53,46% degli elettori; Toti verso la conferma del secondo mandato

Il Palazzo di Regione Liguria in Piazza De Ferrari a Genova

Genova | A urne chiuse alle 15, il primo dato definitivo disponibile è naturalmente quello dell’affluenza, anche se si è fatto un po’ attendere, quasi due ore per le città di Genova e Sanremo.

Ad ogni modo, per il voto regionale destinato ad eleggere il presidente di Regione Liguria insieme ai 30 componenti dell’assemblea legislativa che sarà in carica per i prossimi 5 anni, i votanti sono stati il 53,46%, percentuale piuttosto bassa ma pur sempre migliore rispetto alle precedenti votazioni del 2015 quando l’affluenza fu del 50,76% (i dati per provincia di oggi: Savona 55,28%; Imperia 50,18%; Genova 53,51%; La Spezia 54,09%).

A far crescere lievemente il voto per le regionali ha probabilmente contribuito anche la chiamata al voto nazionale per il referendum, dove le percentuali si alzano di qualche punto. Per quanto riguarda il referendum costituzionale confermativo sulla riduzione del numero dei parlamentari, dove è ormai data come certa la vittoria del Sì, in Liguria ha infatti votato il 59,15% degli elettori aventi diritto, al di sopra comunque della media nazionale ancora ferma sotto il 54% (i dati per provincia sono: Savona 61,24%; Imperia 55,65%; Genova 59,35%; La Spezia 59,07%).

Nel complesso erano 1.341.362 gli elettori liguri chiamati alle urne domenica 20 e lunedì 21 settembre (702.083 donne e 639.279 uomini). Per quanto riguarda i risultati bisognerà attendere la fine degli scrutini in serata, ma è del tutto improbabile che riserveranno clamorose sorprese dell’ultimo momento: il presidente uscente di Regione Liguria Giovanni Toti dovrebbe essere riconfermato per un secondo mandato con un margine molto ampio di distacco dal suo principale concorrente dello schieramento di centro sinistra, Ferruccio Sansa. (effe)