Niero (Pd): “L’outdoor come nuova industria del turismo”

Outdoor

Cisano sul Neva / Albenga | Elezioni Regione Liguria. “L’outdoor può rappresentare una vera e propria nuova industria per la Liguria e per tutto il ponente savonese, può garantire una vera destagionalizzazione dell’offerta e un turismo tutto l’anno, indispensabile per le tante aziende del settore presenti nel nostro territorio, dalla costa all’entroterra” afferma il sindaco di Cisano Massimo Niero, candidato consigliere regionale del partito Democratico.

“Siamo fortunati, in quanto il territorio ligure, dal mare alla montagna, ha una conformazione particolarmente adatta per praticare gli sport outdoor. Noi vogliamo incentivarli con una serie di azioni che risolvano alcuni problemi strutturali che non ne permettono un completo sviluppo” riassume Niero:

  • «regole chiare che tutelino sia l’utente che i possibili proprietari dei terreni di passaggio: pensiamo che sia il fruitore del sentiero che deve assumersi le responsabilità di utilizzare un determinato percorso, questo con una assicurazione personale.»
  • «facilitare la gestione delle reti sentieristiche da parte di Consorzi pubblico/privati in grado di creare anche nuovi progetti con una burocrazia più snella ed efficiente, questo per superare la parcellizzazione catastale di differenti proprietà.»
  • «la creazione di nuove figure professionali riconosciute a livello nazionale e con standard di formazione alti come la Guida Mountain Bike, il Trailbuilder (manutentore rete sentieristica), e figure preposte all’attrezzatura delle falesie con linee guida certificate.»

L’outdoor è quindi “un settore capace di garantire nuovi posti di lavoro nel settore turistico, professionalità qualificate indispensabili per assicurare una offerta e servizi di qualità. Da questo punto di vista la Regione, tramite sue risorse e fondi europei, può sviluppare un piano di formazione e un continuo aggiornamento professionale. Ma non solo: oltre ad una maggiore promozione del turismo outdoor sui mercati internazionali, è necessario sviluppare investimenti sulla stessa rete sentieristica e al tempo stesso incentivi per le diverse strutture ricettive del nostro territorio affinché diventino sempre più “outdoor oriented”, vale a dire con un sistema di servizi e incoming specializzato per i turisti sportivi e loro esigenze-richieste”.

“Da sindaco in questi anni sono stato protagonista del Gal Valli Ingaune, con Cisano sul Neva comune capofila dell’iniziativa che riguarda altre 15 realtà comunali del comprensorio albenganese: si tratta del progetto di una nuova rete sentieristica che si unirà ai percorsi della Rete Escursionistica Ligure (REL) e al Sentiero Liguria, itinerario turistico-escursionistico che collega Luni, (Ortonovo, in provincia di La Spezia) con Grimaldi (Ventimiglia, in provincia di Imperia). L’outdoor ha la sua patria naturale nel Finalese, tuttavia la sua espansione è tale che siamo di fronte ad un processo di ampliamento rivolto ad un territorio unico dal punto di vista naturalistico e paesaggistico: vogliamo e crediamo in turismo sostenibile ed emozionale, in grado al tempo stesso di tutelare il nostro territorio”.

“Infine – conclude Massimo Niero – non posso non ricordare come tutto il ponente savonese sia al centro di importanti eventi outdoor a livello internazionale, come ad esempio Pietra Ligure, che in questi anni ha puntato molto sul turismo sportivo: nel weekend due tappe dell’Enduro World Series 2020 e poi la Superenduro ad ottobre, vetrine fondamentali per la promozione dei nostri sentieri, del nostro territorio e della nostra accoglienza per gli appassionati del settore”.