Elezioni Regione Liguria, M5S e Sansa: “Sanità, ambiente e territorio: partiamo da qui e non solo”

“Nel programma, forte identità 5 stelle: sanità pubblica, lavoro, legalità, infrastrutture utili in tempi brevi, ambiente, commercio e turismo. Insieme, ce la possiamo fare”

Elezioni Regione Liguria - Candidati M5S

Genova | Presentati oggi, al Galata Museo del Mare, i candidati M5S alle elezioni Regionali 2020: alla conferenza stampa, presenti il sottosegretario al MIT Roberto Traversi, la deputata pentastellata Leda Volpi, il candidato presidente della coalizione Ferruccio Sansa e i candidati M5S delle quattro circoscrizioni della Liguria.

“Sanità, ambiente e territorio: partiamo da qui, e non solo da qui, per cambiare questa regione. Dobbiamo avere il coraggio di voltare pagina, capovolgendo gli schemi. Sarà una sfida colossale ma proprio per questo ancora più entusiasmante. Serve una sanità capace di prendersi cura di tutti, vicina alle persone: così come è concepita oggi, invece, non è giusta. Vogliamo un ambiente che dia lavoro a tutti. E un territorio che porti ricchezza. Basta avere paura. Dobbiamo tornare alle nostre origini, ai beni comuni, alla lotta alle disuguaglianze e alla povertà. A una società più giusta”. Così il candidato presidente Ferruccio Sansa, aprendo la conferenza e salutando candidati e attivisti.

Il capogruppo M5S in Consiglio comunale Luca Pirondini ha poi presentato tutti i candidati delle circoscrizioni di Genova, Savona, Imperia e La Spezia. La portavoce alla Camera dei deputati Leda Volpi e il sottosegretario al MIT Roberto Traversi hanno quindi preso la parola parlando di sanità e infrastrutture.

“Sogniamo una sanità a 5 stelle – ha infatti dichiarato Volpi -. Sogniamo una regione a 5 stelle in cui realizzare i nostri progetti: dal contrasto alla mobilità sanitaria e alle liste attesa a una migliore governance delle Asl, con dirigenti scelti non perché hanno in tasca la tessera del partito ma perché sono competenti; dall’implementazione dell’organico medico-sanitario alle borse di studio di specializzazione, passando per digitalizzazione e rete territoriale, aumentando l’assistenza sanitaria domiciliare soprattutto per i pazienti fragili e investendo su guardia medica pediatrica, strutture sul territorio, ospedali di comunità. Vogliamo realizzare in particolare in Liguria ciò che non è stato fatto, concretizzando le nostre idee per la sanità del futuro. State con noi e vedrete!”.

“Arriviamo da un anno di Governo con le forze progressiste e i risultati sono più che buoni – ha dichiarato Traversi -: troppe volte dimentichiamo di ricordare il lavoro che stiamo portando avanti a Roma nell’interesse dei cittadini. Stiamo lavorando per migliorare infrastrutture, porti e mobilità, puntando sui progetti che veramente servono alla Liguria. Ringraziamo Ferruccio Sansa per aver creduto in noi: altri 5 anni di Toti in Liguria sarebbero la fine di questa regione”.

“Basta cemento, basta promesse disattese nella Sanità, basta ostracismo al parco nazionale di Portofino – ha poi aggiunto Sansa chiudendo la conferenza -. Dobbiamo vincere a tutti i costi per il bene della nostra regione”.