Il volume sulla Pietra di Finale vince la rassegna “Libri di Liguria” 2020

Una risorsa naturale e storica del ponente ligure la Pietra di Finale, che ha trovato varie applicazioni nel settore delle costruzioni grazie alle sue uniche e particolari caratteristiche.

Ceriale - rassegna Libri di Liguria 2020

Ceriale | “Pietra di Finale una risorsa naturale e storica del Ponente ligure” di Giovanni Murialdo, Roberto Cabella e Daniele Arobba, autori e curatori del recente e prezioso volume, è il Libro Ligure dell’Anno, vincitore della 39° edizione della rassegna “Libri di Liguria” organizzata dall’associazione Amici di Peagna con il patrocinio del Comune di Ceriale.

Il premio, un’opera del ceramista Tommaso Ilardi, è stato consegnato questa sera dal presidente dell’associazione cerialese Giuliano Michelini e dal vice sindaco di Ceriale Luigi Giordano.

Una risorsa naturale e storica del ponente ligure la Pietra di Finale, che ha trovato varie applicazioni nel settore delle costruzioni grazie alle sue uniche e particolari caratteristiche. Il volume è stato presentato questa sera nel corso di una serata condotta da Graziella Frasca Gallo, che ha dialogato con gli autori del libro.

Quella di questa sera è stata l’ultima delle tre serate della rassegna, che si è svolta nel teatro Carlo Vacca di Peagna a seguito delle disposizioni anti-Covid. Dopo la presentazione de Il tesoro delle mappe. Viaggio nella cartografia storica di Giovanni Pazzano e di Emozioni in movimento. Il nostro attore è lo sport con Carlo Cangiano, Ivan Cappelli, l’allenatore di Ceriale Progetto Calcio Andrea Biolzi e con il presidente della Federazione Ligure Triathlon Marco Ivaldo, il volume sulla risorsa naturale finalese, ricca di storia, tradizioni, aneddoti e curiosità, ha chiuso con successo lo storico evento culturale che il prossimo anno festeggerà i suoi ‘primi 40 anni’, “sperando che l’emergenza sanitaria sia superata e che si possa tornare al consueto format della rassegna, a cominciare dalla tradizionale esposizione dei libri di recente pubblicazione nella suggestiva Casa Girardenghi”.

“Tre belle serate culturali, tre belle presentazioni e dialoghi su libri e opere dedicati alla nostra amata Liguria. Nonostante i limiti imposti dal Covid siamo molto soddisfatti della riuscita della manifestazione, trasmessa anche in diretta Facebook” afferma il presidente di Amici di Peagna Giuliano Michelini. “Incontri di qualità e di riflessione su tre libri identificativi del nostro territorio. Ora l’appuntamento è per il prossimo anno, con l’auspicio di riservare alla rassegna il giusto tributo del quarantennale”.

“Ringrazio l’associazione Amici di Peagna per lo sforzo organizzativo e per aver presentato anche quest’anno, in una estate difficile e particolare, tre opere davvero significativi, densi di contenuti e analisi storico-culturali, secondo lo spirito dell’evento” sottolinea il sindaco Luigi Romano a nome dell’amministrazione comunale. “Il Comune, così come nell’ambito degli altri eventi di questa estate 2020, ha garantito il massimo impegno per realizzare la manifestazione a Peagna e siamo felici di aver offerto un’altra iniziativa di assoluto livello”.

“Mi associo alle parole del presidente Michelini per il quarantennale della rassegna, che merita un pieno rilancio nel panorama culturale ligure e non solo…” conclude il sindaco cerialese.

“L’associazione Amici di Peagna ringrazia il Comune di Ceriale, la Fondazione Carisa De Mari e il Circolo degli Artisti di Albissola Marina per aver contribuito alla realizzazione della rassegna 2020”.