Savona: in arrivo 10000 euro per la biblioteca Barrili

Dal Ministero primi finanziamenti per Savona, la "Città che legge". Rodino: “A breve ci riuniremo con tutte le realtà cittadine coinvolte per stipulare il Patto per la lettura"

facciata Palazzo del Comune di Savona

Savona | La città di Savona ha ottenuto la qualifica di “Città che legge” e inizia a raccogliere i frutti. Sono stati comunicati dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e turistiche i contributi alle Biblioteche delle città qualificate per l’acquisto dei libri.

“Alla nostra città sono stati destinati 10.001,9 € per la precisione. In un momento storico in cui il settore della cultura ha subito gravi tagli a causa del predissesto dell’Ente, questo contributo rappresenta una vera boccata d’ossigeno e aiuterà ad ampliare la collezione di volumi presenti nella biblioteca Barrili” commenta l’assessore alla cultura Doriana Rodino.

Una Città che legge garantisce ai suoi abitanti l’accesso ai libri e alla lettura – attraverso biblioteche e librerie– ospita festival, rassegne o fiere che mobilitano i lettori e incuriosiscono i non lettori, partecipa a iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni. “A breve ci riuniremo con tutte le realtà cittadine coinvolte per stipulare il Patto per la lettura, come previsto dal Cepell in seguito all’ottenimento della qualifica” conclude Rodino.