Liguria, Mai: otto centri specializzati, dal tartufo alle aree marine

Genova / Millesimo | Nuove competenze con la creazione di 8 Centri regionali specializzati per gli Enti gestori delle Aree Natura 2000; le aree protette Zone speciali di conservazione e Zone di protezione speciale. A Millesimo la promozione del tartufo. Al Beigua l’Altavia. All’Antola il lupo.

“Il mio intento – dichiara l’assessore regionale all’Agricoltura e Parchi, Stefano Mai – è quello di creare dei centri specializzati che si occupino di tematiche importanti per tutta la regione. In questi anni, ogni ente gestore delle Aree Natura 2000 ha acquisito competenze specifiche che possono essere messe a sistema per l’intera Liguria. Penso ad esempio al grandissimo lavoro di valorizzazione e promozione del tartufo che è stato fatto nell’area di Millesimo. In questo caso, infatti, ho scelto di dare proprio questa funzione a livello regionale al Parco di Bric Tana – Millesimo. Risultati così importanti raggiunti da alcuni territori della Liguria, non devono andare perduti. Anzi, vanno valorizzati e rilanciati come percorso guida per tutta la regione.”

“Proprio sulla scia di questo grande lavoro fatto nella promozione del tartufo da parte soprattutto dell’Associazione dei tartufai e tartuficoltori liguri, abbiamo identificato la delega di Bric Tana – Millesimo. Un esempio chiaro di questo lavoro di squadra è il fatto che dal 2018 ho iniziato a collaborare con il Comune di Millesimo per la Festa nazionale del tartufo, che aumenta di anno in anno il proprio successo. Manifestazione alla quale Regione Liguria partecipa con uno stand dedicato a tutte le produzioni liguri, organizzando degustazioni con la collaborazione di Enoteca regionale, il Consorzio dell’olio DOP e il Consorzio del basilico.”

“In totale i centri saranno 8. Dopo quello sul tartufo a Bric Tana – Millesimo, la conoscenza e la gestione del lupo viene affidata al Parco regionale dell’Antola, con il quale collaboriamo da tempo per ridurre i conflitti tra allevamento e lupo. Sempre all’Antola va anche la competenza per la valorizzazione dei prodotti dell’entroterra e nel Castello della Pietra, recentemente finanziato, verrà installata una vetrina espositiva delle nostre eccellenze.”

“Il dialogo fra gli enti Parco su queste tematiche è stato spesso molto positivo, con confronti tecnici costati. Ora puntiamo a renderlo un vero e proprio sistema. Al parco del Beigua va la gestione dell’Altavia che in questa zona è stata valorizzata e promossa molto bene, e sono convinto che ciò potrà essere fatto in tutta la sua lunghezza. All’Aveto la gestione sostenibile delle foreste. Al Parco delle Alpi Liguri lo sviluppo e la valorizzazione del turismo sostenibile. A Montemarcello Magra-Vara la valorizzazione e lo studio del paesaggio letterario. A Portofino le aree marine protette e la flora mediterranea. Tutte competenze – conclude l’assessore – su cui ogni singolo Parco ha dimostrato le proprie conoscenze e capacità.”