Commercio abusivo: ad Alassio tre sequestri da parte della Polizia Municipale

Comandante Parrella: "Quest'anno quella del commercio abusivo è attività più ridotta rispetto al passato, ma non vogliamo sottovalutare il fenomeno"

Alassio | Per la Polizia Municipale alassina col mese di luglio è partito anche il servizio della pattuglia balneare a presidio di spiagge e passeggiate a mare. “Mantenimento dell’ordine pubblico, rispetto della normativa derivante dall’emergenza sanitaria e ovviamente il contrasto al commercio abusivo: i principali compiti delle squadre che si alternano sul campo”.

Alassio - acune borse sequestrate dalla Polizia locale alassina
Nella foto: alcune delle borse sequestrate dalla Polizia locale di Alassio

“Quest’anno – spiega Francesco Parrella, Comandante della Polizia Municipale di Alassio – quella del commercio abusivo è attività più ridotta rispetto al passato, ma non vogliamo sottovalutare il fenomeno che, comunque, negli ultimi giorni ha fatto registrare ben tre sequestri. In due casi si tratta di una mera sanzione amministrativa, rispetto appunto al commercio abusivo, nel terzo caso, invece si parla di un illecito di rilevanza penale poiché fa riferimento al sequestro di borse e accessori contraffatti. È stato infatti individuato un nascondiglio nella zona di Borgo Barusso, in un vicolo che interseca Via Brennero”.

“Siamo consapevoli del fronte davvero ampio sul quale la nostra Polizia Municipale e le Forze dell’Ordine del territorio sono impegnate in questa estate davvero atipica – il commento di Angelo Galtieri, vicesindaco di Alassio – quello che da mesi stanno portando avanti è un carico sicuramente gravoso ma che si sta rivelando fondamentale e prezioso per il mantenimento dell’ordine pubblico, a garanzia della sicurezza dei nostri cittadini e dei nostri ospiti. Il ringraziamento è quantomai doveroso e credo condiviso dalla città tutta”.