Centri estivi: Calizzano, uno dei pochi comuni della Valbormida ad aver attivato il servizio

Gioco bambini solidali

Calizzano | Da lunedì 6 luglio, per 7 settimane, i bambini di Calizzano potranno andare al centro estivo.

“Dal 6 luglio apriranno due centri estivi, uno per i più piccoli della fascia 0-5 anni e l’altro per la fascia 6-11, con sedi separate” spiega il l sindaco di Calizzano Pierangelo Olivieri. “Siamo nella fase 3 e, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid e delle linee guida regionali, siamo tra i pochi centri dell’Alta Val Bormida ad aver impostato l’avvio di centri estivi per supportare le famiglie nella gestione dei loro figli e, grazie a questo impegno, anche bimbi dei comuni limitrofi ne hanno potuto beneficiare – prosegue Olivieri che è anche presidente della Provincia di Savona e componente dell’Ufficio di Presidenza di Anci Liguria –  Per la fascia 6-11, abbiamo messo a disposizione due strutture del nostro Comune, per le attività al coperto e per giochi all’aperto. Per i più piccoli il progetto verrà svolto in una fattoria didattica. Ciò consentirà la ripresa delle attività ludico-ricreative a favore di circa 45 bambini, tra i residenti di Calizzano e quelli dei Comuni di Bardineto e Murialdo”.

“Grazie all’impegno di Anci, il Comune è risultato beneficiario dei fondi previsti dall’art. 105 del decreto Rilancio, circa 3mila500 euro, a valere sul Fondo per le politiche della famiglia. Il contributo erogato è fondamentale per abbattere i costi di una gestione molto più onerosa rispetto ai precedenti anni e andrà a parziale copertura delle tariffe dei bimbi residenti. Questo ci ha consentito di poter offrire anche un servizio di utilità sociale per tutte le famiglie, con accesso a tariffe agevolate e possibilità di scelta di una frequenza limitata dei bambini anche a sole due settimane di attività”, conclude Olivieri. 

“Abbiamo fatto un lavoro importante come Anci per permettere che i fondi arrivassero direttamente nelle casse dei Comuni in tempi brevissimi, vista l’imminenza della stagione estiva – commenta il vicedirettore di Anci Liguria Luca Petralia – Questo è stato reso possibile grazie al puntuale lavoro di censimento che l’Associazione ha condotto, per verificare le disponibilità dei Comuni all’attivazione di centri nei rispettivi territori, perché avessero titolarità legittima a riceverne il contributo. Alla Liguria sono stati assegnati complessivamente 4 milioni di euro”, conclude Petralia.

Gli spazi individuati dal Comune di Calizzano per lo svolgimento delle attività dei bambini 6-11 anni sono il campo sportivo e parte del centro polivalente “Le Ciminiere”, mentre una azienda agrituristica e fattoria didattica si occuperà dei più piccoli della fascia 0-5 anni. Le associazioni coinvolte sono l’Associazione di Promozione Sociale APS Kòsmos e la Tribù del Sole, agriturismo e fattoria didattica.