Enpa savonese: “nuovi casi di maltrattamento ed uccisione di animali selvatici in tutta la provincia”

Le guardie zoofile volontarie dell’Enpa stanno svolgendo accertamenti per individuare e denunciare i responsabili

gabbiano sul prato

Savona | La Protezione Animali savonese denuncia preoccupata nuovi casi di maltrattamento ed uccisione di animali selvatici in tutta la provincia, soprattutto a danno di gabbiani reali ma anche colombi, passeri e rondoni.

Dopo che un turista con seconda casa ad Alassio ha gettato dal balcone tre nidiacei di gabbiano reale uccidendone due (il terzo è stato recuperato dall’Enpa), nei giorni scorsi sono stati denunciati altri due casi analoghi a Savona, in via Famagosta ed in via Lanzone; “nel secondo caso, in cui tre piccoli sono stati trovati morti a terra, sui social è comparso l’amaro messaggio di un’animalista contro i colpevoli; le guardie zoofile volontarie dell’Enpa stanno svolgendo accertamenti per individuare e denunciare i responsabili ma intensificheranno la vigilanza anche in altre zone”.

“Enpa continua a diffondere istruzioni per mitigare la vicinanza con i nidi di questi animali,  con l’invito ad avere ancora un po’ di pazienza, in attesa che genitori e piccoli, divenuti in grado di volare, se ne andranno; e fornisce suggerimenti per evitare, in modo incruento, che la prossima stagione facciano il nido sul balcone o il tetto della casa lasciata disabitata in inverno; ma ricorda che si tratta di animali selvatici soggetti a tutela e ne è vietato il maltrattamento e l’uccisione. Enpa Savona, sempre per mezzo dei suoi agenti zoofili, ha seguito da subito la terribile vicenda del gattino di Vado Ligure ucciso dal proprietario e ha già allertato l’Ufficio legale dell’associazione che, quando il procedimento giudiziario in corso lo consentirà, si costituirà parte civile, come sempre accade in caso di reati a danno di animali”.