Regione Liguria, Alice Salvatore: “App lamialiguria. Una buffonata inutile e uno spreco di soldi”

Alice Salvatore

Genova | «Abbiamo provato la nuova applicazione de “lamialiguria”, annunciata con entusiasmo dalla giunta regionale e che avrebbe il compito di favorire il turismo nella nostra Liguria. Come immaginavamo, l’intera operazione non ci convince» dichiara la consigliera regionale Alice Salvatore (ilBuonsenso).

«Quando si utilizza l’applicazione – afferma la consigliera Salvatore – bisogna registrarsi e su una mappa compaiono tutte le attrazioni posizionate in prossimità. Per motivi non ancora ben noti, non si può prenotare ad un ristorante o ad un albergo se non si è fisicamente vicini al luogo. Tanto vale che ci vado di persona. Un bug all’interno dell’applicazione poi impedisce di accedere alle funzionalità di prenotazione, pure esistente, ma ti permette solo di lasciare una recensione di un posto che non hai ancora avuto modo di visitare. Ma la cosa peggiore è che tutte le funzionalità dell’app si possono ottenere gratuitamente e immediatamente con Google Maps. Non osiamo immaginare quanti soldi sono stati spesi per una cosa che esiste già ed è immediatamente raggiungibile da qualsiasi utente del mondo».

Secondo Alice Salvatore «Le ipotesi sono due. La prima è che la maggioranza sia incapace, e questo potrebbe benissimo essere. Ma la seconda è che come al solito è stata fatta un’operazione per finire sui giornali e per spendere e distribuire soldi in campagne pubblicitarie. Tutto il settore turistico di questa applicazione non se ne fa proprio nulla. Servirebbe dare liquidità a coloro che sono rimasti chiusi per due mesi, fondi per sanificare le strutture, rinviare o sospendere il pagamento delle imposte e abolire la tassa di soggiorno. Di questo avrebbe bisogno il settore. Mentre invece in Giunta si divertono a giocare con le applicazioni spendendo i nostri soldi» conclude la consigliera regionale.