A Ceriale esenzione Cosap, estensione gratuita occupazioni per dehors e possibili agevolazioni Tari

“Stiamo operando in una situazione emergenziale che non pochi problemi ha comportato e continua a comportare per garantire la regolare fornitura dei servizi da parte dell’Ente"

Ceriale centro cittadino

Ceriale | ’amministrazione comunale di Ceriale è al lavoro con gli uffici comunali per andare incontro a commercianti e attività produttive rimaste chiuse durante l’emergenza coronavirus. Oltre al rinvio del pagamento della Cosap, già deliberato nei mesi scorsi, l’amministrazione è ora intenzionata ad esentare completamente le occupazioni del suolo pubblico per tutte le attività commerciali dal 1 maggio al 31 dicembre. Sarà inoltre prevista la totale esenzione delle nuove occupazioni richieste in tale periodo temporale o per l’ampliamento delle superfici delle concessioni già in essere. Occupazioni di suolo pubblico, quindi, completamente gratuite fino alla fine dell’anno per consentire a tutte le attività commerciali una ripartenza immediata.

Nel frattempo è pervenuta nelle case comunali la prima tranche pari al 30% del fondo nazionale per i comuni pari a 263.505 euro che verrà destinata alla compensazione delle minori entrate dell’Ente. La seconda tranche pari al restante 70% verrà invece erogata nei prossimi mesi e sarà indirizzata, nelle intenzioni dell’amministrazione, a riduzioni della tassa sui rifiuti per le attività produttive in genere. Proprio su questo versante si sta cercando di dipanare i dubbi sorti in tal senso con la deliberazione Arera (L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente che svolge attività di regolazione e controllo nei settori dell’energia elettrica, del gas naturale, dei servizi idrici, del ciclo dei rifiuti e del telecalore) che è recentemente intervenuta sulla materia degli sconti per la Tari.

“Abbiamo la ferma intenzione di porre in essere ogni azione che rientri nelle nostre facoltà per far si che nessuno rimanga indietro e che questa crisi possa rappresentare un momento di sburocratizzazione, di supporto e di rilancio per il tessuto commerciale cerialese” afferma l’assessore al Bilancio e Tributi Laura Vollero. “Le risorse ci sono, chiediamo al Governo ed alle autorità preposte di metterci nelle condizioni di stanziarle e di utilizzarle al meglio per dare risposte certe ed immediate ai nostri concittadini” aggiunge il sindaco Luigi Romano.

“Stiamo operando in una situazione emergenziale che non pochi problemi ha comportato e continua a comportare per garantire la regolare fornitura dei servizi da parte dell’Ente. Ma non ci scoraggiamo. Anzi, abbiamo intenzione di riproporre anche quest’anno il servizio di campo solare, in conformità con le linee guide dettate dal Ministero e dalla Regione Liguria: i costi certamente aumenteranno e dovremo per forza di cose ridimensionare il numero dei bambini ospitati. Ma garantire questo servizio significa supportare molte famiglie che proprio nel periodo estivo svolgono la propria attività lavorativa e dare comunque un segnale di “normalità” in questo momento di difficoltà” sottolinea ancora il primo cittadino cerialese.

“Cercheremo al contempo e nei limiti di quanto ci sarà consentito dall’osservanza puntuale delle norme in materia di sicurezza, di garantire anche lo svolgimento di alcune manifestazioni che possano allietare il soggiorno di chi sceglierà Ceriale per le proprie vacanze estive”. “Stiamo infine studiando la possibilità di stanziare somme da destinarsi al sostegno delle attività commerciali in difficoltà, andando loro incontro con interventi concreti di supporto al pagamento di canoni di locazione o di erogazione di finanziamenti finalizzati all’assunzione di personale” conclude il sindaco Romano.