Consiglio comunale Savona, Ravera: “un OdG che affronta il tema dell’indebitamento degli Enti Locali”

“Crediamo che gli Enti Locali e le comunità territoriali di riferimento debbano far sentire alta la propria voce, perché la questione delle risorse venga affrontata con decisione"

Marco Ravera

Savona | Con l’emergenza Covid 19 l’Europa ha sospeso per gli stati membri i limiti posti dal Patto di stabilità e crescita, tra cui il famigerato “pareggio di bilancio” che ha portato nel corso degli anni ad un progressivo taglio dei servizi ai cittadini. “Ma per gli enti locali, a partire dai comuni, nulla si è ancora mosso” spiega Marco Ravera, consigliere comunale “Rete a sinistra – Savona che vorrei”: “Per questo abbiamo presentato come Rete a sinistra un Ordine del giorno, che verrà discusso durante il prossimo Consiglio comunale, che affronta il tema dell’indebitamento degli Enti Locali, i cui oneri finanziari pesano in maniera rilevante sulla parte corrente dei bilanci, anche per i tassi di interesse praticati dagli Istituti mutuanti, a partire da quelli della Cassa Depositi e Prestiti di Roma, che risultano molto superiori a quelli di mercato”.

“Il recupero di risorse correnti attraverso la riduzione degli interessi dei mutui è una condizione necessaria, anche se non sufficiente, per potere ristabilire l’equilibrio di bilancio corrente 2020, messo a rischio dalla crisi economica derivante dall’epidemia da Covid 19” prosegue il consigliere Ravera. “È ormai evidente e rilevante la perdita di gettito tributario ed extratributario (proventi dai servizi) e la necessità di incrementare non solo le spese urgenti causate dall’emergenza sanitaria, bensì soprattutto quelle per i servizi alla persona e per sostenere le fasce sociali deboli e i senza reddito. In questo drammatico quadro, parlare di pareggio di bilancio in senso tradizionale è assolutamente impossibile per il 2020 (e non solo) se, da un lato, il Governo non annullerà i tagli dei trasferimenti e gli aumenti stratosferici del contributo al bilancio pubblico richiesto agli Enti Locali, facendo affluire maggiori risorse dallo Stato e dalla Regione; e se, dall’altro, non si interverrà per ridurre gli oneri finanziari dei mutui che sono stati assunti per realizzare opere pubbliche”.

“Crediamo che gli Enti Locali e le comunità territoriali di riferimento debbano far sentire alta la propria voce, perché la questione delle risorse venga affrontata con decisione, consentendo ai Comuni di esercitare a pieno titolo la propria storica funzione pubblica e sociale. Per questo – conclde Marco Ravera – chiediamo, tramite l’Ordine del giorno presentato, che il Comune di Savona si attivi per la sospensione del patto di stabilità interno e del pareggio di bilancio per i Comuni, analogamente a quanto fatto dall’UE per gli Stati, per dare maggiori risorse e quindi risposte concrete ai cittadini e alle realtà in difficoltà”.