Pubblici esercizi e ristorazione collettiva, tavolo con i ministri Patuanelli e Bellanova

Pranzo a tavola

Genova / Roma | «Sostenere i lavoratori dei pubblici esercizi e della ristorazione collettiva, commerciale e del turismo e delle mense, settori che hanno fortemente risentito della crisi sanitaria ed economica. Urgente prorogare gli ammortizzatori sociali e il divieto dei licenziamenti. Il contratto collettivo nazionale di lavoro è uno strumento valido per affrontare le criticità ma occorre un intervento del Governo per contenere gli effetti di una crisi che non terminerà a settembre. Bisogna lavorare congiuntamente per sostenere lavoratori e imprese».

È quanto dichiarato dal segretario nazionale della Fisascat Cisl Fabrizio Ferrari al tavolo convocato in modalità videoconferenza dai ministeri dello Sviluppo Economico e delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali in presenza dei ministri Stefano Patuanelli e Teresa Bellanova, delle rappresentanze imprenditoriali di settore e dei sindacati di categoria Cgil Cisl Uil.

Massima condivisione dalle diverse rappresentanze sulla necessità di ricondurre il comparto strategico della ristorazione e dei pubblici esercizi – con 400mila imprese e circa 2 milioni di addetti – nella filiera turistica anche con l’accesso al credito e l’estensione delle previsioni del Decreto Rilancio nonché in materia di incentivazione fiscale e sgravi contributivi. Registrata l’apertura dei ministeri intervenuti sulla prosecuzione di un tavolo permanente e sulla necessità di prorogare gli ammortizzatori sociali e il divieto dei licenziamenti.