Fase 2, Alassio: una settimana per preparare la riapertura

Budello di Alassio

Alassio | “Un ulteriore piccolo passo verso la riapertura”. Così il Comune di Alassio guarda all’Ordinanza n° 29/2020 di Regione Liguria entrata in vigore oggi

“Un’ordinanza che non abroga le precedenti – spiegano dall’Amministrazione Comunale di Alassio – ma le amplia. Nulla di variato per quanto attiene quelle attività già riattivate come asporto e somministrazione, ma la novità per tutti gli esercenti è che questa settimana potranno recarsi presso la sede delle proprie attività per compiere le attività propedeutiche – dalla sanificazione, alla predisposizione degli spazi previsti dal distanziamento sociale – alla riapertura che, con ogni probabilità, e salvo indicazioni differenti, dovrebbe essere consentita a partire dal 18 maggio p.v.”

“Questa nuova ordinanza – spiegano ancora dal Comune – amplia a tutto il territorio regionale gli spostamenti già consentiti a livello provinciale”. “Dagli spostamenti per svolgere attività sportiva al di fuori dei confini della propria provincia di residenza, a quelli per la raccolta dei funghi, a quelli per il prelievo venatorio di selezione degli ungulati – la conclusione – le maglie della rete dei decreti che per oltre due mesi hanno costretto la cittadinanza nelle proprie abitazioni, si stanno allargando. Anche la gita in barca, prima limitata a sole due persone, diventa più permissiva, a condizione siano residenti. Per qualsiasi dubbio, quindi, invitiamo la cittadinanza a rivolgersi al Comando di Polizia Municipale al numero 0182 645555 oppure all’email poliziamunicipale@comune.alassio.sv.it”.