Alassio, conclusi i lavori di Passeggiata Baracca (foto)

Terminato il secondo lotto dei lavori e già dal fine settimana prossimo Passeggiata Baracca sarà interamente percorribile; ad ottobre il terzo e ultimo intervento. Da maggio la Fase 2 fa ripartire cantieri e gare

Passegguata Baracca ad Alassio fine lavori

Alassio | Nonostante tutte le difficoltà, non ultimo lo stop ai cantieri imposto dall’emergenza  Covid-19, si è concluso stamani ad Alassio l’intervento di rifacimento di Passeggiata Baracca.

“Mancano solo le finiture, con la realizzazione del cordolo in cemento armato e la stuccatura dei giunti – il commento di Franca Giannotta, assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Alassio – ma già dal fine settimana prossimo Passeggiata Baracca sarà interamente percorribile, dalla piazza dei Capuccini fino a Piazza Partigiani. Conclusi dunque i due primi due lotti che hanno interessato prima la piazzetta lato mare dei Cappuccini, fino al Torrione, poi il tratto dall’Hotel Savoia e fino al Grand Hotel: un intervento di oltre 400mila Euro per la riqualificazione paesaggistico-ambientale di un tratto di Passeggiata fortemente danneggiata dalle ultime mareggiate e in grave stato di degrado”

Rifatta la pavimentazione, l’arredo urbano, il verde pubblico con l’eliminazione delle barriere architettoniche. “Da ottobre partiranno i lavori relativi al terzo ed ultimo lotto – aggiunge Giannotta – con la ripavimentazione di tutti i vicoli che accedono a passeggiata Baracca e l’installazione della ringhiera in acciaio inox, allineata a quella già predisposta su tutte le altre passeggiate, per dare un segno di continuità nell’arredo urbano cittadino”. ​”​È con grande orgoglio e soddisfazione – aggiunge Giannotta – che registriamo la realizzazione di un’altra grande opera pubblica, dopo la realizzazione della riqualificazione di passeggiata Graf, come previsto dal programma di governo dell’amministrazione ‘Melgrati ter’. Con l’avvio della Fase 2 dell’emergenza Covid-19 saranno poi numerosi sia i cantieri, sia le gare di appalto per l’affidamento dei lavori per la realizzazione di nuove opere pubbliche, che potranno ripartire”.