Mazza (Liguria Popolare): “caso acqua, il mio coraggio per la trasparenza dei gestori”

“Adesso occorre andare avanti con determinazione, perché il percorso per ottenere questo risultato è in salita"

Vittorio Mazza - Liguria Popolare

Genova | Il consigliere regionale di Liguria Popolare Vittorio Mazza ha presentato, in data 21 aprile 2020, una proposta al Consiglio Regionale affinché, per la durata dell’emergenza sanitaria Covid-19, l’erogazione dell’acqua sia gratuita per tutti gli utenti. Tale iniziativa è stata approvata in Consiglio Regionale all’unanimità, a dimostrazione che tutti i Gruppi politici ritengono condivisibile la richiesta del Consigliere Mazza.

“Adesso occorre andare avanti con determinazione, perché il percorso per ottenere questo risultato è in salita – afferma Mazza -. Il fatto che il Consiglio Regionale mi abbia appoggiato all’unanimità, mi dà il coraggio per essere ancora più deciso”. Il primo passo sarà quindi quello di presentare un’interrogazione al Presidente Toti e all’Assessore competente, per conoscere quali siano le società che gestiscono il servizio idrico integrato in Liguria, il numero e gli stipendi dei loro amministratori e dei loro dipendenti e gli utili di esercizio di queste società negli ultimi 3 anni.

“È importante comprendere quale sia il funzionamento di queste società che gestiscono il servizio idrico, poiché le bollette incidono in maniera sempre più consistente sui bilanci famigliari. È giunto il momento di fare scelte coraggiose ed è doveroso che ci siano chiarite, con tutta la trasparenza del caso, le ragioni che motivano queste tariffe. Conoscere questi dati – conclude il Consigliere Mazza – sarà un ulteriore passo in avanti”.