Loano, incontro tra Comune e rappresentanti categorie economiche della città

Gli amministratori loanesi hanno garantito la massima disponibilità a collaborare e a ricercare nuove forme di sostegno del tessuto economico cittadino; sindaco Pignocca: "Attendiamo di conoscere le decisioni dell'esecutivo anche e soprattutto per comprendere quali saranno le 'possibilità' dei singoli Comuni”

Comune Loano Municipio

Loano | Stamattina il sindaco di Loano Luigi Pignocca ha incontrato i rappresentanti delle categorie economiche della città: Marco Zappa per i bagni marini, Graziella Del Balzo per gli albergatori e Massimo Caresano per i commercianti. Insieme a Pignocca c’erano il vice sindaco con delega alle attività produttive Luca Lettieri e l’assessore a bilancio e polizia locale Enrica Rocca.

Come i colleghi di molte altre località italiane, intorno alle 21 di ieri sera anche i commercianti ed esercenti di Loano hanno aderito “Risorgiamo Italia”, la manifestazione nazionale organizzata dai movimenti di imprenditori del mondo Horeca e dei Locali di Pubblico Spettacolo per protestare contro i tempi e le modalità di riapertura di alcuni settori voluti dal governo. I negozianti hanno acceso contemporaneamente le insegne e le luci delle loro attività in segno di reciproca solidarietà e, questa mattina, hanno voluto consegnare simbolicamente le chiavi delle loro attività al sindaco.

Massimo Caresano ha portato a Palazzo Doria “la voce dei negozianti aderenti a Confcommercio e, più in generale, quella di tutti gli esercenti loanesi, che provano paura e preoccupazione per la situazione attuale. Per poter uscire da questo momento di difficoltà è necessario lavorare tutti insieme per un medesimo obiettivo: il futuro di Loano richiede lo sforzo personale di tutti noi. Ciascuno di noi deve prendersi le proprie responsabilità. Anche per questo, è necessario rafforzare il confronto tra tutte le parti, creando un tavolo comune che permetta di elaborare strategie organiche per il rilancio complessivo della nostra città. E soprattutto è necessario che il Comune, che pure è ben consapevole della situazione, si faccia portatore delle preoccupazioni dei negozianti della città presso le istituzioni superiori, in primis la Regione Liguria”.

Dal canto loro, gli amministratori loanesi hanno garantito la massima disponibilità a collaborare e a ricercare nuove forme di sostegno del tessuto economico cittadino, ribadendo al contempo le numerose misure varate nelle ultime settimane: dal ristorno sul canone di occupazione di suolo pubblico nel 2021 alla sospensione del pagamento delle rate derivanti da accertamento Imu (e delle relative ingiunzioni di pagamento) all’annullamento dello stop ai cantieri edili del centro per il periodo estivo. Inoltre l’amministrazione comunale sta valutando la possibilità di concedere gratuitamente “aumenti” di suolo pubblico ai pubblici esercizi al fine di garantire il giusto distanziamento tra gli avventori.

“Insieme alla salvaguardia della salute pubblica e alla tutela delle fasce più deboli della popolazione – afferma il sindaco Luigi Pignocca – il sostegno del tessuto economico e produttivo del nostro paese rappresenta, in questo momento, una delle priorità più impellenti. Come amministrazione, per quanto di nostra competenza abbiamo già messo in atto diverse misure volte anche e soprattutto ad alleviare la pressione su quelle realtà che, a causa del lockdown, hanno dovuto interrompere la loro attività e quindi hanno subito le conseguenze più gravi di questa emergenza sul fronte economico. Interventi strutturali di più ampia portata devono arrivare dal governo, che nei prossimi giorni dovrebbe emettere due nuovi decreti, uno dei quali rivolto proprio alle attività economiche oltre a quello destinato agli enti locali. Attendiamo di conoscere le decisioni dell’esecutivo anche e soprattutto per comprendere quali saranno le ‘possibilità’ dei singoli Comuni”.