Liguria, Mai: erogazione contributi PSR senza sopralluoghi

"nel caso in cui si chieda il saldo dei contributi spettanti, si potrà allegare semplicemente una relazione fotografica. Il materiale sarà vagliato celermente dagli uffici regionali per consentire l’erogazione dei contributi"

Stefano Mai

Genova | Da oggi sarà possibile erogare i contributi del Programma di sviluppo rurale senza lo svolgimento dei sopralluoghi. Grazie a un provvedimento specifico dell’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura, da oggi i beneficiari del Psr potranno fare richiesta dei contributi tramite uno specifico modulo di autocertificazione.

“È il frutto della collaborazione tra Agea e un gruppo di Regioni, fra le quali la Liguria, per permettere una rapida erogazione dei contributi del Psr. Si tratta di una soluzione che permetterà di garantire il rispetto di ogni misura necessaria per contenere la diffusione del Covid-19” spiega l’assessore regionale all’Agricoltura, Stefano Mai: “In questo periodo è impossibile per gli ispettori regionali eseguire i sopralluoghi necessari a verificare i lavori e gli acquisti fatti relativamente ai progetti finanziati con il Psr. Tuttavia, a seguito dell’emergenza Coronavirus, l’agricoltura è in forte sofferenza e ha bisogno di iniezioni di liquidità. Il provvedimento di oggi ci consentirà di agire proprio in questa direzione”.

“Quindi, nel caso in cui si chieda il saldo dei contributi spettanti, si potrà allegare semplicemente una relazione fotografica. Il materiale sarà vagliato celermente dagli uffici regionali per consentire l’erogazione dei contributi. Questa è un’iniziativa importante che si somma a quanto ho già previsto nei giorni scorsi con la possibilità di ottenere l’erogazione dell’80% dei fondi del progetti Feamp per la pesca tramite l’invio di una documentazione fotografica”. “Deve essere chiaro che serve mettere in campo ogni misura possibile per supportare i settori dell’agricoltura e della pesca. Come Regione Liguria stiamo utilizzando tutti gli strumenti in nostro possesso. Oggi voglio ringraziare Agea per questa ulteriore possibilità”.