Regione Liguria, Viale: “serve aumento fondo non autosufficienza”

Sonia Viale

Genova / Roma | Aumentare il fondo della non autosufficienza per far fronte alla sospensione dell’attività dei centri diurni semiresidenziali per le persone disabili a seguito dell’emergenza coronavirus. Questo l’obiettivo dell’emendamento al ‘Cura Italia’ presentato unitariamente dalle Regioni e condiviso anche dalla Liguria.

“Un aumento del fondo – afferma la vicepresidente e assessore alle Politiche sociali Sonia Viale – consentirebbe di ampliare la platea di coloro che beneficiano dei fondi della gravissima disabilità, della vita indipendente e del fondo regionale per la non autosufficienza e garantire, al contempo, un supporto adeguato alle loro famiglie in questa situazione di emergenza. Il governo deve ancora erogare alle Regioni la prima quota del fondo relativo al 2019: un ritardo inaccettabile che colpisce, per quanto riguarda la Liguria, tutti i beneficiari di queste misure. La Liguria si è adoperata per destinare alle persone più fragili risorse importanti del Fondo sociale europeo, stanziate con una delibera approvata oggi dalla Giunta, ma – conclude – auspichiamo che il governo aumenti il fondo per il 2020, come richiesto dalle Regioni che hanno approvato l’emendamento all’unanimità”.

Speciale IBS leggere l’attualità. Una selezione di libri che aiutino a decifrare ciò che accade in Italia e nel mondo e capire i temi più caldi del momento