Vazio: “La Regione annulli il bando di assegnazione ai privati degli ospedali di Albenga e Cairo”

Il deputato ligure del Pd: “Questa pandemia ci ha insegnato che la Sanità Pubblica ci ha salvato. Bisogna sterzare e cambiare direzione, investire nel pubblico e pagare meglio gli operatori della sanità. La Regione Liguria potrebbe come primo atto, annullare il bando”

Franco Vazio

Albenga / Genova | Il deputato ligure del Pd Franco Vazio con una nota torna a chiedere un ripensamento da parte di Regione Liguria del sistema sanitario, a partire dall’annullamento del bando di assegnazione ai privati degli ospedali di Albenga e Cairo Montenotte.

«Non è il momento – dichiara Vazio – di fare polemiche. Ci sarà tempo per capire cosa non abbia funzionato in Liguria durante questa emergenza. Avremo tempo per comprendere perché altre regioni del nord costruivano strutture sanitarie di emergenza e aumentavano i posti di “intensiva” ed in Liguria invece si chiudeva l’ospedale di Cairo. Oggi in Liguria sono disponibili solo 190 posti di terapia intensiva e per quanto comunicato dalla Regione sono praticamente tutti utilizzati: speriamo che, come dicono, il peggio sia passato e che la sorte ci aiuti».

«Questa pandemia – prosegue il parlamentare del Pd – ci ha insegnato che la Sanità Pubblica ci ha salvato; una sanità fatta di scienziati, medici, infermieri e operatori competenti, eccezionali ed eroici. Oggi ci siamo accorti tutti che senza di loro non ce l’avremo fatta. Se è così però non basta riempirsi la bocca di ringraziamenti durante le dirette Facebook o le conferenze stampa; se è vero tutto ciò bisogna sterzare e cambiare direzione, investire nel pubblico e pagare meglio gli operatori della sanità. La Regione Liguria potrebbe come primo atto, annullare il bando per l’assegnazione ai privati degli ospedali pubblici Albenga e Cairo. Cosa sarebbe successo se l’ospedale di Albenga, oggi destinato all’emergenza coronavirus, fosse stato già occupato dai privati? Ripensare a scelte che si sono rivelate oggettivamente affrettate ed improprie sarebbe una dimostrazione di intelligenza e restituire le funzioni pubbliche e di emergenza agli ospedali di Albenga e di Cairo sarebbe il modo per rafforzare la tutela dei cittadini liguri».

«La mia non vuole essere una critica, ma un appello a chi, a prescindere dall’appartenenza partitica, vuole prendere atto che la direzione vada invertita. Certo mantenere calma e appropriatezza di linguaggio in certi momenti è davvero difficile soprattutto quando assisti a comportamenti che fra loro fanno a pugni. Da un lato, infatti, trovi e apprezzi l’assessore Viale quando, anche con riferimento al dramma vissuto nelle case di riposo della Liguria, riconosce errori e falle nella direzione della sanità ligure durante questa emergenza; certamente eccezionale ed estremamente difficile da gestire. Dall’altro, però, provi un certo disgusto e un vero sbigottimento quando ti imbatti in consiglieri comunali (della Lega e di Forza Italia di Albenga) che, strizzando l’occhio ai prossimi appuntamenti elettorali e violando le più elementari regole etiche e professionali, si travestono a volte da “sciacalli” per fomentare la denuncia dei Sindaci, pur sapendoli eccellenti e impegnati in prima linea, e a volte si camuffano da stregoni per impartire telefonicamente pericolosi suggerimenti e consigli per la cura di questo virus maledetto. Chi ha statura politica prenda le distanze da tali “ominicchi e quaquaraqua”: la nostra comunità gli renderà sicuramente merito» conclude l’on. Vazio.