Coronavirus ad Albenga, sindaco: “90 gli albenganesi in quarantena dei quali 24 risultati positivi”

“Come medico ritengo che il numero delle persone con il Coronavirus in realtà sia estremamente più alto rispetto a quello segnalato. Invito i cittadini a rimanere in casa e stringere i denti rispettando tutte le regole”

Il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis

Albenga | L’Asl ha fornito “indirettamente” al Comune i dati più o meno ufficiali della diffusione della pandemia coronavirus ad Albenga; al momento, ha comunicato il sindaco Riccardo Tomatis, “Sono 90 gli albenganesi in quarantena dei quali 24 risultati positivi. Vorrei premettere che non si tratta di dati scientifici o raccolti a scopo statistico, ma sono dei dati che il comune deve avere per la raccolta dei rifiuti che deve essere fatta con una modalità particolare perché devono essere considerati come rifiuti speciali”.

“Come medico – prosegue il sindaco – ritengo che il numero delle persone con il Coronavirus in realtà sia estremamente più alto rispetto a quello segnalato. Questo è un dato che risente del numero di tamponi effettuati. Invito i cittadini a rimanere in casa e stringere i denti rispettando tutte le regole”. La situazione Trincheri resta invece ancora indeterminata: “ho chiesto un supporto della Croce Rossa Italiana alla Regione Liguria che è l’organo di controllo dell’Istituto Trincheri. Al momento non abbiamo ricevuto risposta nonostante i solleciti. I test sierologici che dovevano essere fatti oggi non sono stati fatti. Pare, forse, che l’Asl guidata da Alisa venga domani” ha comunicato il sindaco Tomatis.