Prendiamola con filosofia: il mondo della cultura vuole parlare con l’Italia

Il 4 aprile una nuova staffetta in streaming tra filosofi e pensatori internazionali per riflettere sul momento che stiamo vivendo

Prendiamola con filosofia

Genova / Roma | Torna “Prendiamola con filosofia” in una nuova veste internazionale. La prima edizione del 21 marzo ha raggiunto due milioni di spettatori, riuniti con l’intento di usare la filosofia come strumento per affrontare il particolare momento che il Covid-19 ci sta facendo vivere, e il prossimo 4 aprile 2020, dalle 10 del mattino fino alle 22, si terrà così una seconda staffetta in streaming che avrà come protagonisti grandi nomi del panorama culturale mondiale. Ideata dall’agenzia Piano B e dal progetto filosofico Tlon –  condotto da Maura Gancitano e Andrea Colamedici – la giornata verrà trasmessa in diretta streaming su www.PrendiamolaConFilosofia.it.

“L’Italia è stata il primo paese occidentale a vivere la terribile esperienza della pandemia. Allo stesso tempo questa situazione ci ha portati a essere i primi a riunire la comunità culturale internazionale: sono molte infatti le personalità di spicco che vogliono parlare all’Italia e che considerano il nostro Paese un avamposto per riflettere sul mondo che verrà. Da Vandana Shiva a Noam Chomsky, da David Quammen a Alain de Botton, sono tanti i nomi che si alterneranno nella giornata di sabato 4 aprile per portare la filosofia e la sua forza nelle case di molti”.

Si partirà alle ore 10 con l’introduzione alla giornata di Andrea Colamedici Maura Gancitano. Interverranno importanti filosofi e pensatori internazionali: “avremo l’occasione di dialogare con Noam Chomsky, linguista, attivista, scienziato e filosofo di fama mondiale; con Miguel Benasayag, filosofo e psicanalista argentino, studioso di sistemi complessi; con Jean-Luc Nancy, professore emerito presso l’università di Strasburgo, che nel corso della sua carriera si è occupato di pensiero politico e di estetica, affrontando i temi legati alla comunità, alla libertà e al corpo; con il filosofo e imprenditore culturale svizzero Alain de Botton; con la statunitense Nancy Fraser,  filosofa e teorica femminista; con Richard Tarnas, creatore del programma di specializzazione in Filosofia, Cosmologia e Consapevolezza all’Istituto di Studi Integrali della California; con il filosofo belga Laurent de Sutter; con lo statunitense David Quammen, autore, tra gli altri, del libro Spillover in cui descrive l’evoluzione delle pandemie. Nicola Lagioia, scrittore e direttore del Salone del Libro di Torino, interverrà sui temi affrontati da Quammen dialogando con Andrea Colamedici e Maura Gancitano”.

Si parlerà di “Ritorno alla Terra” con Emanuele CocciaPaola Maugeri Leonardo Caffo. Con Christian RaimoStefania AuciFrancesca Maccani e Massimo Mantellini si discuterà di scuola. “Cercheremo risposte sull’evoluzione delle pandemie con Massimo Temporelli. Vedremo come la filosofia può aiutarci a vivere questi giorni con Moreno MontanariLuigina MortariRomano Madera Laura Campanello. Con Vito Mancuso Franco Arminio affronteremo temi relativi a cosmo e psiche. Verità della democrazia sarà il tema dell’incontro con Simone RegazzoniUmberto CuriLia Quartapelle Roberto Esposito. Sui temi della leadership femminile interverranno Vera GhenoGiulia Blasi Jennifer Guerra. Faremo delle interviste impossibili: Umberto Curi, che vestirà i panni di Karl Marx, dialogherà con Maura Gancitano, che per l’occasione rappresenterà Hannah Arendt, e Franco Bolelli interpreterà Nietzsche. Più tardi Adriano Ercolani si confronterà con Pietro Del Soldà, negli abiti di Platone, e Danilo Simoni impersonificherà Sigmund Freud”.

A chiudere la giornata Ascanio Celestini ci racconterà una storia filosofica della buonanotte. Anche per questa seconda edizione gli incontri saranno intervallati da concerti “filosofici” che vedranno protagonisti Giuliano Sangiorgi, Daniele Silvestri, Brunori SAS, Margherita Vicario e Malika Ayane. (effe)