Albenga: da giovedì sarà possibile richiedere i buoni spesa

Entro 24 ore dalla richiesta autocertificata, dopo le opportune verifiche la domanda degli utenti sarà evasa e questi potranno ritirare i buoni

pomodori tagliatelle

Albenga | Il Comune di Albenga ha ricevuto 163.069,87 di euro stanziati dal Governo  Conte su ordinanza della Protezione Civile da distribuire alle persone in difficoltà per reperire i beni di prima necessità in questa emergenza Coronavirus. Siccome è stata lasciata alla gestione dei singoli Comuni l’individuazione delle modalità e dei criteri di distribuzione degli stessi, l’Amministrazione Tomatis ha ritenuto di dover “adottare quale criterio primario e principale quello della semplicità e immediatezza”.

Proprio per cercare di dare una risposta immediata ai cittadini in difficoltà in una prima fase il Comune di Albenga ha optato per le tessere prepagate o buoni spesa, ciò in attesa dell’ottenimento dei nuovi ticket tramite la Edenred Italia srl con cui esiste già il rapporto contrattuale e con la quale i supermercati ed i negozi di vicinato interessato possono convenzionarsi. Per ottenere i buoni spesa i richiedenti, già a partire da domani, giovedì 2 aprile, potranno presentare il modulo dell’autocertificazione predisposto dagli uffici comunali e che potrà essere scaricato dal sito del Comune di Albenga (http://www.comune.albenga.sv.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=13216 ) o dalla Pagina Facebook istituzionale o, in alternativa potrà essere ritirato al piano terra del Palazzo Ester Siccardi in Viale Martiri della Libertà n1 o nell’atrio del Comune di Albenga in Piazza San Michele. Il modulo dovrà essere compilato e inoltrato all’indirizzo mail protocollo@comune.albenga.sv.it o consegnato presso l’ufficio Protocollo sito al piano terra del Palazzo Comunale in Piazza San Michele allegandovi copia della carta di identità.

 Entro 24 ore,  a seguito delle opportune verifiche (“ricordiamo che dichiarare il falso costituisce reato penale  e che verranno effettuati controlli a campione” segnala il Comune), la domanda degli utenti sarà evasa e questi potranno ritirare i buoni spesa come da indicazioni che verranno fornite tramite mail o telefonicamente.

“Abbiamo l’obbligo morale – ha commentato il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis – di dare una risposta immediata a tutte quelle famiglie e persone singole che sono in grave difficoltà e non riescono a provvedere al loro sostentamento, per questo è importante limitare il più possibile la burocrazia e rendere questa misura agile ed accessibile a tutti coloro che ne hanno bisogno e che oggi si trovano nella condizione di non poter neppure acquistare beni di prima necessità”. L’assessore Simona Vespo precisa la situazione di questi giorni: “Attraverso i servizi sociali ci siamo mossi prontamente al fine di dare una risposta immediata alle persone in difficoltà dovuta a questa emergenza che si sono rivolte a noi ancor prima di ricevere i finanziamenti statali. Abbiamo aumentato i pasti a domicilio e beni di prima necessità alle persone senza sostentamento nelle more dell’istituzione di un servizio che da domani sarà reso operativo. Il Comune acquisterà tessere prepagate e buoni spesa che saranno distribuiti ai cittadini residenti nel territorio comunale che a causa di questa emergenza si trovano senza risorse economiche costretti ad affrontare una situazione difficile per l’acquisto di beni di prima necessità e nello spirito di questa amministrazione comunale si cerca comunque di aiutare tutti come abbiamo sempre fatto”.


SU IBS SONO TORNATI I SALDI D'ESTATE!
Migliaia di prodotti in offerta! Centinaia di proposte per la casa, libri, film, musica, giochi, elettronica e hi-tech con sconto fino a -60%