Coronavirus, bozza nuovo decreto: Governo potrà prorogare chiusura esercizi fino al 31 luglio

Volto punto interrogativo

Savona / Roma |Il Governo si riserva di chiudere i locali pubblici, che di fatto possono creare assembramento di persone, fino ad estate inoltrata. È un’ipotesi, ma contenuta nella bozza del decreto all’esame del Governo, che Agipronews ha potuto visionare e che sarà discusso nel Consiglio dei Ministri in programma alle 14 a Palazzo Chigi. Tra le altre, anche la «chiusura di cinema, teatri, sale da ballo, discoteche, sale giochi, sale scommesse e sale bingo» è tra le misure che il Governo potrà adottare – in misura non superiore a trenta giorni di durata e fino al 31 luglio – per «contenere e contrastare i rischi sanitari derivanti dalla diffusione del virus COVID-19, su specifiche parti del territorio nazionale ovvero, occorrendo, sulla totalità di esso».

offerteibslibri

I provvedimenti anti-epidemia, prosegue Agipronews, avranno durata «non superiore a trenta giorni», sono reiterabili e modificabili «anche più volte fino al 31 luglio 2020» e con possibilità di «modularne l’applicazione in aumento ovvero in diminuzione secondo l’andamento epidemiologico del virus». Le misure – tra cui la possibile ulteriore chiusura delle sale, attualmente chiuse fino al 3 aprile – «sono adottate con uno o più decreti del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro della salute, sentiti il Ministro dell’interno, il Ministro della difesa, il Ministro dell’economia e delle finanze e gli altri ministri competenti per materia, nonché i presidenti delle regioni interessate». NT/Agipro

Ultima revisione articolo: