Comune di Loano, per Luigi “Gino” Vallarino è tempo di pensione

Durante la sua lunga carriera, Vallarino ha vissuto in prima persona alcuni “momenti storici” della vita amministrativa del paese

Gino Vallarino

Loano | Sarà ufficialmente in pensione a partire da lunedì 2 marzo, storico dirigente del settore economico-finanziario del Comune di Loano. Vallarino, che compirà 64 anni a maggio, ha dedicato la sua intera carriera lavorativa alla pubblica amministrazione ed in particolare al Comune di Loano, presso il quale ha preso servizio quasi 43 anni fa. Dopo alcuni cambi di ufficio e di incarico, è stato nominato dirigente del settore risorse economicofinanziarie, patrimonio, del settore servizi alla persona e del settore demografico; inoltre, si è occupato dell’ufficio gare e appalti e del Suap.

RobertoMichels

Durante la sua lunga carriera, Vallarino ha vissuto in prima persona alcuni “momenti storici” della vita amministrativa del paese: “Loano – ricorda – è stato uno dei primi Comuni a ricorrere ai Boc (Buoni Ordinari Comunali) in epoca moderna. Inizialmente sembravano molto interessanti perché metà della ritenuta fiscale derivante dall’acquisto veniva devoluta ai Comuni. Ma già dall’anno successivo la Legge Finanziaria ha eliminato questo aspetto, quindi la prospettiva è cambiata completamente. Altra operazione simile ha riguardato i famosi ‘derivati’. Molti Enti pubblici ne hanno patito a lungo tempo le conseguenze. Noi, invece, abbiamo effettuato un monitoraggio costante del loro andamento e ne siamo ‘usciti’ giusto in tempo, ottenendo anche un discreto introito”. Sempre sul fronte economico, Vallarino ricorda come un successo “aver eliminato il debito residuo dei vari mutui contratti nel corso degli anni. Grazie a questa operazione ora possiamo accendere nuovi mutui e fare altri investimenti”. Vallarino era dirigente quando, all’inizio degli anni 2000, è iniziata la grande opera di rifacimento del fronte-mare loanese, con la ristrutturazione della passeggita a mare, la realizzazione della diga soffolta ed il ripascimento del litorale: “Un intervento ancora in corso la cui prima e più importante fase abbiamo realizzato al momento giusto, considerando poi l’introduzione delle limitazioni di spesa del Patto di Stabilità. In generale ogni bilancio economico è una ‘battaglia’. Specie per i dirigenti del settoreeconomico, che devono avere una visione complessiva dell’attività del Comune e, soprattutto, una certa capacità di ragionare in prospettiva, valutando quelle che saranno le necessità di ogni settore per il futuro”.

Essendo appassionato di sport (è stato anche capitano della squadra del Basket Club Loano) Vallarino ha lavorato in prima persona al progetto di Loano Outdoor e Monte Carmo Outdoor, volti a promuovere ed incentivare la pratica sportiva all’aria aperta sul territorio loanese nel comprensorio del Carmo. Dopo tanto lavoro, da lunedì prossimo per Vallarino inizierà il meritato riposo: “Darò libero sfogo al mio aspetto ‘bucolico’ dedicandomi alla mia vigna e alla barca. E ovviamente ai miei affetti famigliari”. Per il Comune di Loano, invece, inizia una nuova fase della sua storia: “Gino Vallarino – ricorda il sindaco Luigi Pignocca – è stato uno dei pilastri del nostro Ente. Si è occupato non solo della gestione economica e finanziaria, ma anche di una serie di altre attività fondamentali per la corretta amministrazione della nostra città. Il suo pensionamento ci priva di un collaboratore di grande valore, ma allo stesso tempo siamo felici per lui, che ora potrà cominiciare una nuova e soddisfacente fase della sua vita. Grazie Gino”.

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO