Coronavirus Liguria, Toti telefona al ministro Di Maio: “no a ingiustificate misure restrittive”

Genova / Roma | Sulla problematiche delle esportazioni, delle frontiere chiuse, delle accettazioni delle merci dall’Italia, nella notte il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti  ha avuto un lungo colloquio con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Su sollecitazione di vari operatori dei porti liguri il presidente della Liguria ha illustrato al ministro le preoccupazioni per le varie misure restrittive assunte da alcuni Stati nei confronti dell’export italiano, a suo avviso totalmente ingiustificate. Il ministro ha assicurato al presidente Toti l’impegno della Farnesina nel tentativo di rimuovere ogni difficoltà e nell’impedire nuovi provvedimenti restrittivi, consapevole del rischio che corre l’export italiano, rappresentato in parte significativa dai porti liguri. Il presidente Toti e il ministro Di Maio si sentiranno nelle prossime ore, al termine di un giro di colloqui del ministro stesso con i principali partner commerciali ed economici italiani.

Ultima revisione articolo: