Coronavirus Alassio, “prima del trasferimento saranno sottoposti a tampone”

gioielli collezione offerta
Coronavirus la consegna dei pasti ad Alassio

Alassio / Genova | Si è appena conclusa in teleconferenza una riunione di coordinamento tra il capo della Protezione civile Nazionale e commissario per l’emergenza coronavirus Angelo Borrelli, il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, il presidente di Regione Piemonte Alberto Cirio accompagnati dagli assessori competenti, su come affrontare la questione degli ospiti delle due strutture di Alassio.

Regione Liguria ha ribadito alle autorità nazionali, la inidoneità delle strutture alberghiere di Alassio “Hotel Bel Sit” e“Hotel Al Mare” ad ospitare il numero di persone alloggiate, sia dal punto di vista igienico sia sanitario. Pertanto, dopo aver trasferito nella notte i primi ospiti in Lombardia, Regione Liguria ha condiviso i prossimi trasferimenti: si tratta di 32 persone della provincia di Asti. 

A scopo precauzionale, prima di effettuare il viaggio, tutti i 32 ospiti piemontesi saranno sottoposti a tampone e tutti coloro che saranno ritenuti idonei verranno spostati dalle strutture, tramite il 118, e trasferiti in Piemonte, non appena Regione Piemonte individuerà, in tempi brevi, il luogo più idoneo per ospitarli, tenute presente le necessità di isolamento, sicurezza e salute degli stessi soggetti. Invece, il gruppo lombardo proveniente dalle aree definite “rosse”, per il momento, resta  presso la struttura, in attesa di valutazioni definitive. Al momento in Liguria risultano 19 casi positivi al coronavirus; quasi tutti i pazienti.