Asl 2, un nuovo defibrillatore per il Parco Leone Grossi di Loano

Sabato 8 febbraio avverrà la cerimonia di consegna ufficiale del dispositivo alla cittadinanza loanese

Consegna defibrillatore a Loano

Pietra Ligure / Loano | Fonti ufficiali hanno registrato, negli ultimi anni, un incremento dei casi di arresto cardiaco/morte improvvisa ed ictus del 7-10 % nella popolazione tra i 40 e 45 anni, quindi relativamente giovane: complici lo stress ed i cattivi stili di vita.

RobertoMichels

Al fine di migliorare la prevenzione e la cura di queste pericolose malattie, nel maggio 2019 la Cardiologia e la Neuroradiologia dell’Ospedale S.Corona, dirette rispettivamente dal Dott. Shahram Moshiri e dal Dott. Riccardo Padolecchia, hanno organizzato un evento scientifico di grande impatto. L’evento, diretto dalla Dr.ssa Nicolino, dal Dr Ganci e dalla Dr ssa Vitali è stato articolato in articolato in due giornate. La prima giornata è stata dedicata ad un convegno scientifico dal nome “Heart Disease&Stroke” che ha visto la partecipazione di esperti di fama internazionale. La seconda giornata è stata dedicata ad un evento ludico-sportivo per la popolazione dal nome “HBRun” con l’obiettivo di promuovere azioni di prevenzione e corretto stile di vita con il contributo di “Il Corpo ASD” e della “KMP Trail Running Team”.

I fondi raccolti nel corso della giornata sportiva sono stati utilizzati per l’acquisto di un defibrillatore da donare al Comune di Loano. Sabato 8 febbraio avverrà la cerimonia di consegna ufficiale del dispositivo alla cittadinanza loanese “a testimonianza della vicinanza dell’Ospedale al territorio”. Il defibrillatore automatico verrà installato nel Parco Leone Grossi a Loano, area di grande affluenza della popolazione con la finalità di rendere la popolazione più sicura a protetta in caso di necessità. “Il nostro lavoro ci impegna quotidianamente nelle sale operatorie, nelle corsie e negli ambulatori dei nostri Ospedali, oggi con questo gesto vogliamo dimostrare la nostra volontà di avvicinarci alla cittadinanza e di far sentire la nostra presenza anche sul territorio”.

Ultima revisione articolo: