Litorale Alassio, Toti, “ripascimento strutturale priorità numero uno”

Dalla Regione 5 milioni di euro in due anni: “credo che dopo stasera ce la possiamo fare. Dal decreto post mareggiata 2018 abbiamo a disposizione 2,5 milioni di euro quest’anno e altrettanti il prossimo anno: il 31 gennaio presenteremo a tutti i Comuni per finanziare gli interventi di priorità uno nel 2020, che per questa amministrazione significa il piano di ripascimento strutturale, con cantieri che dovranno essere aperti entro l’anno”

Toti in Sala Consiglio comunale ad Alassio

Alassio | “Quello che l’amministrazione comunale di Alassio ha illustrato è un percorso che ci porta ad individuare una soluzione definitiva. Noi ce la stiamo mettendo tutta e credo che dopo stasera ce la possiamo fare” ha dichiarato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti durante l’incontro che si è tenuto oggi in municipio con l’amministrazione comunale di Alassio, le categorie economiche e i rappresentanti dei balneari sul progetto di ripascimento strutturale del litorale alassino.

“Dal decreto post mareggiata 2018 abbiamo a disposizione 2,5 milioni di euro quest’anno e altrettanti il prossimo anno: il 31 gennaio presenteremo a tutti i Comuni per finanziare gli interventi di priorità uno nel 2020, che per questa amministrazione significa il piano di ripascimento strutturale, con cantieri che dovranno essere aperti entro l’anno”. “Ora su questa soluzione dobbiamo correre – ha aggiunto Toti – facendo tutti i passaggi necessari in un percorso che va costruito bene. Se ci rimbocchiamo le maniche, penso che potremo farcela. Lavoreremo con il Comune sulla progettazione di cui abbiamo individuato stasera forme e modi e spero che già dall’anno prossimo potremo dare soluzioni condivise da tutti gli operatori per la salvaguardia definitiva di questo litorale”.

Il presidente Toti ha ricordato poi che “venerdì scorso ho firmato il decreto che liquida le somme urgenze, pagate al 100% per i danni provocati dal maltempo dell’autunno scorso. È una boccata d’ossigeno per l’amministrazione comunale”, ha concluso.