Danza e spettacoli al Teatro Gassman di Borgio Verezzi

Il Dance Festival del Gassman nasce dal progettodi I.So THeatre (diretto da Luca Malvicini), in collaborazione con due eccellenze del mondo della danza, l’Ariston ProBallet ed Ersilia Danza, che si alternano sul palco borgese con spettacoli originali e di alta qualità

spettacolo Swan

Borgio Verezzi | Sabato 25 gennaio alle ore 21,15 torna la grande danza al Teatro Gassman di Borgio Verezzi, con “Swan” interpretato dagli artisti dell’Ariston ProBallet, coreografie di Marcello Algeri e direzione di Sabrina Rinaldi. Sul palco, assisteremo ad una ironica e originale rielaborazione in chiave di danza contemporanea de “Il lago dei cigni”, con musiche di Tchaikovsky, Saint-Seans, Pergolesi e Albinoni, dove il cigno nero e il cigno bianco, simboli del male e del bene, condurranno il pubblico in un suggestivo percorso di recupero della purezza, dell’armonia e della bellezza, fino alla nascita di una nuova umanità, rappresentata da una fanciulla.

RobertoMichels

Il Dance Festival del Gassman nasce dal progettodi I.So THeatre (diretto da Luca Malvicini), in collaborazione con due eccellenze del mondo della danza, l’Ariston ProBallet ed Ersilia Danza, che si alternano sul palco borgese con spettacoli originali e di alta qualità. In attesa di conoscere la data di rappresentazione dello spettacolo “Schiaccianoci Suite”, previsto per il 20 Dicembre e rimandato a causa dell’allerta meteo, ricordiamo che il prossimo appuntamento in programma per la danza sarà il prossimo 27 marzo con “Inferno – Dante”, sempre dell’Ariston ProBallet. A seguire, il 18 aprile, il Gran Galà finale.

Per quanto riguarda invece la stagione teatrale, i prossimi due spettacoli in programma saranno dunque il 14 febbraio “Belvedere – Due donne per aria”, con Anna Mazzamauro e Cristina Bugatty, e il 28 febbraio “Sul lago dorato” con Gianfranco D’Angelo, Sandra Milo e Fiordaliso. Lo spettacolo previsto per il 24 gennaio “E pensare che ero partito così bene” di Flavio Bucci e Marco Mattolini, è stato invece rimandato dalla Compagnia per ragioni organizzative al giorno venerdì 20 marzo, quando l’attore si racconterà “fuori dai denti”, condividendo con il pubblico “la sua vita, la sua carriera, i successi e le defaillance, aneddoti e riflessioni filosofiche, citazioni dei suoi lavori e di quelli degli altri, consuetudini, vizi privati e pubbliche virtù dello spettacolo italiano e non, ritratti di personaggi celebri, gli amori, le dipendenze, i successi e le cadute. Un vero “vulcano” di spunti comici e rievocazioni emozionanti per far ricordare ai meno giovani, e far conoscere ai meno vecchi, un periodo storico vivacissimo ed un protagonista straordinario”.

Ultima revisione articolo: