Liguria, Vazio: “Tutti finanziati gli interventi di somma urgenza”

"il Dipartimento della Protezione Civile ha scritto nero su bianco che tutti gli interventi di somma urgenza conseguenti gli eventi calamitosi della fine 2019 saranno finanziati"

Franco Vazio

Genova / Roma | Lo aveva annunciato il ministro Paola De Micheli e lo aveva poi riconfermato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro, “ma ora abbiamo la certezza” afferma l’on. Franco Vazio: “il Dipartimento della Protezione Civile ha scritto nero su bianco che tutti gli interventi di somma urgenza conseguenti gli eventi calamitosi della fine 2019 saranno finanziati. Ai 40 milioni già stanziati, forse già domani, il Consiglio dei Ministri aggiungerà per la sola Liguria ulteriori 77 milioni. Quindi avranno immediata e totale copertura, così come previsto dall’art. 25 del DL 2 gennaio 2018 n.1, tutte le spese sostenute e finalizzate: a) all’organizzazione ed all’effettuazione degli interventi di soccorso e assistenza alla popolazione interessata dall’evento; b) al ripristino della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture di reti strategiche, alle attività di gestione dei rifiuti, delle macerie, del materiale vegetale o alluvionale o delle terre e rocce da scavo prodotti dagli eventi e alle misure volte a garantire la continuità amministrativa nei comuni e territori interessati, anche mediante interventi di natura temporanea.”

Con una separata delibera del Consiglio dei Ministri, «così come la legge prevede, dopo l’istruttoria e le verifiche di legge, si affronteranno poi anche gli interventi di mitigazione del rischio residuo, recuperando anche quelli (134.5 milioni) che sono stati erroneamente inseriti dalla Regione nelle somme urgenze – lett. a) e b) – anziché alla lettera d). Inoltre, come già accaduto in passato, a ruota si provvederà quindi a verificare i danni subiti dai privati e dalle imprese – anche agricole – che saranno trattati e coperti con una specifica ordinanza della Protezione Civile.»

«Posso affermare con certezza, per averlo verificato personalmente con il Sottosegretario Fraccaro e il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, che tali esiti sono già stati comunicati alla regione Liguria e con essa convenuti come congrui, corretti e pertinenti. Mi pare un’ottima notizia che fuga allarmismi e dichiarazioni imprudenti. Ora concentriamoci su quello che resta da fare. Supportiamo i sindaci e gli amministratori, le imprese pubbliche e private nel lavoro enorme ancora da compiere, lasciando da parte strumentalizzazioni politiche ed elettorali; teniamole lontano, profondamente lontane e distinte, rispetto ad eventi, danni, drammi ed emergenze come quelli subiti dalla nostra Liguria. Le priorità sono altre e le persone serie sanno che ora è il momento di rimboccarsi le maniche tutti insieme3 conclude Vazio.

Ultima revisione articolo: