Liguria, approvato Piano della rete scolastica e dell’offerta formativa

Oggi il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità il Piano dimensionamento della rete scolastica e dell’offerta formativa; le novità per gli istituti

Pontelungo di Albenga Liceo Giordano Bruno - effe

Albenga / Genova | Il Consiglio regionale oggi ha approvato all’unanimità il Piano dimensionamento della rete scolastica e dell’offerta formativa 2019. Il piano prevede l’istituzione di un nuovo Istituto omnicomprensivo in Valle Scrivia e un notevole ampliamento dell’offerta sui percorsi serali, con nuovi indirizzi dedicati all’istruzione degli adulti, e il potenziamento dell’offerta per i titoli di studio del settore agrario e agroalimentare. L’Istituto Omnicomprensivo unisce l’istituto comprensivo di Ronco Scrivia (che comprende scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado) con l’istituto di Scuola secondaria di secondo grado “Primo Levi” (con sedi a Ronco Scrivia e Busalla) per dare un’efficace risposta alle esigenze della popolazione scolastica proveniente da Ronco e dai Comuni limitrofi in un’ottica di continuità dei percorsi didattici e di contrasto alla dispersione.

RobertoMichels

Il piano, inoltre, potenzia i corsi serali previsti presso l’Istituto Caboto di Genova, il Liceti di Rapallo, il Ruffini-Aicardi a Taggia, il Ruffini a Imperia e Pieve di Teco, il Colombo di Sanremo e il Parentucelli-Arzelà di Sarzana. Il provvedimento prevede, inoltre, l’implementazione dell’offerta formativa nel settore agrario e agroalimentare rispondendo alle nuove esigenze di occupazione emerse sul territorio: viene attivata una succursale dell’Istituto Marsano nel comune di Arenzano, corsi serali al Parentucelli-Arzelà di Sarzana e al Ruffini di Pieve di Teco.

Inoltre al Galilei-Aicardi di Albenga verrà attivato un nuovo indirizzo di istruzione tecnica nel settore “Agraria – agroalimentare, agroindustria”. Il provvedimento introduce anche l’attivazione di scuole dell’infanzia (dai 3 ai 6 anni) a Borzonasca, Chiusavecchia e Sarzana. Viene attivato, infine,  l’indirizzo professionale “Servizi culturali e dello Spettacolo” presso l’istituto Rosselli di Genova e  un indirizzo “Design” presso il Liceo Giordano Bruno di Albenga.

Approvati due emendamenti, presentati da Andrea Costa (Liguria Popolare): il primo prevede l’attivazione dell’indirizzo del “Liceo Classico Europeo” presso il liceo “L. Costa” della Spezia, il secondo prevede l’istituzione di un indirizzo “Sistema moda” presso la sede dell’Istituto Colombo a Sanremo. «Con queste integrazioni abbiamo dato corpo a un’istanza, giunta dal territorio, che contribuisce ad arricchire l’offerta formativa della nostra regione. L’attivazione dei due nuovi indirizzi accresce la qualità della proposta didattica. Con il primo emendamento – ha detto Costa – la scuola ligure si avvicina sempre più agli standard comunitari, offrendo ai nostri studenti un’ulteriore chance nella formazione europea e nuove opportunità di lavoro. Con il secondo emendamento si prende atto della necessità di un ulteriore profilo formativo nel ponente ligure».

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO