Albenga, ultimi preparativi per il 32° Concorso pianistico

Il Concorso Pianistico “Città di Albenga”, dedicato alla memoria della professoressa Maria Silvia Folco, è in programma dal 28 al 30 dicembre

Mano sulla tastiera del pianoforte

Albenga | di Claudio Almanzi – Stanno arrivando numerose le iscrizioni al Concorso Pianistico “Città di Albenga”, dedicato alla memoria della professoressa Maria Silvia Folco ed in programma dal 28 al 30 dicembre. Giunto alla sua trentaduesima edizione, aggiunge altre novità interessanti ed accattivanti per i concorrenti. Dopo che il concorso negli anni scorsi era stato aperto anche agli stranieri residenti in Italia, o appartenenti ad una scuola italiana, e che sono stati istituiti altri premi, quest’anno ci saranno due innovazioni: l’istituzione del Premio Speciale Malta (che darà l’opportunità di accedere al prestigioso Malta International Piani Competition 2021, a La Valletta) e l’ apporto degli studenti del Liceo Bruno di Albenga e del Don Bosco di Alassio.

offertecooponline

“Il Concorso Pianistico di Albenga- ci spiega il sindaco Riccardo Tomatis- oltre ad essere molto importante per la nostra città, la cultura ed il suo turismo, rappresenta anche l’opportunità per i giovani e giovanissimi artisti di esibirsi, ma anche per i ragazzi del Liceo di entrare a contatto, in alcuni casi per la prima volta, con il mondo del lavoro e di farlo attraverso una realtà seria e altamente professionale. Gli studenti hanno modo di imparare molto e di acquisire esperienze che potranno servire loro in futuro. Siamo molto fieri anche di questo importante aspetto. Speriamo anche che il Concorso Pianistico continui a crescere come ha fatto fino ad oggi. Attualmente è diventato un appuntamento fisso che si inserisce con forza nel calendario di Albenga, una manifestazione che valorizza la nostra città anche nel periodo invernale e funge da traino ad un turismo che non sia solo legato alla stagione estiva”.

Anche quest’anno la Giuria è prestigiosa e formata da Roberto Cappello (pianista di livello internazionale), Davide Cabassi (famoso concertista), Paola Biondi (anche lei concertista di alto livello), Alessio Cioni (Presidente dell’ Orchestra d’ Archi Ferruccio Benvenuto Busoni) e Giuliano Mazzoccante (Direttore Artistico dell’Accademia Music and Art International di Chieti).

“Puntiamo molto su questo evento – spiega il vice sindaco Alberto Passino- che rappresenta anche una sfida, fare cultura e turismo di qualità, in un periodo dell’anno come l’inverno. Questo evento crea inoltre non solo un’ opportunità per i giovani talenti per mettersi alla prova, ma offre anche alla città una serie di appuntamenti suggestivi con la musica classica”. Il concorso pianistico ha aderito al progetto di alternanza Scuola Lavoro del MIUR: “Per gli studenti- commenta Isabella Vasile, direttrice artistica del concorso- questa esperienza rappresenta un momento importante di crescita, poiché vengono a contatto con una realtà lavorativa vera e propria. Aiutano e supportano l’ufficio turismo nella parte della promozione dell’evento e scoprono quali siano le fasi organizzative di una manifestazione complessa come può essere un Concorso Pianistico di questo calibro. Inoltre hanno la possibilità di mettere in gioco le loro competenze informatiche e linguistiche. Oltre infatti a lavorare alla promozione con le risorse a disposizione in rete, vengono in contatto con artisti stranieri di varie nazionalità”.

Seguiti e guidati dalla direzione artistica e dagli altri componenti dell’ufficio i giovani studenti hanno partecipano con entusiasmo all’organizzazione evento e saranno preziosi durante le giornate delle esibizioni. Questi i nomi dei ragazzi: del Liceo Giordano Bruno di Albenga ci sono Aurora Casula, Michelle Tenderini, Nicole Vio, Veronica Speciale e Maria Ruocco. Del Don Bosco di Alassio Sultane Elezi, Lea Giordano e Greta Lila.

Maria Silvia Folco aveva inventato il “Concorso Pianistico Città di Albenga”, che in poche edizioni era divenuto uno dei dieci appuntamenti pianistici più importanti d’Italia. La Folco ha lasciato un vuoto incolmabile non solo come valente insegnante musicale, ma soprattutto come persona. La professoressa Folco fu infatti la direttrice artistica del concorso in tutte le sue prime edizioni dal 1978 al 2001. Figura di grande rilievo nella cultura del comprensorio negli oltre 50 anni di insegnamento ha saputo sempre promuovere la cultura musicale ad ogni livello: Maria Silvia Folco era una persona davvero speciale. Ha dedicato l’intera esistenza alla musica e non si è mai vantata dei tanti e prestigiosi successi ottenuti con i suoi valenti allievi. Ha collaborato con passione e grande professionalità con importanti Scuole musicali e Conservatori italiani. In effetti la Folco, che seguiva con grande impegno i propri allievi, li ha fatti crescere e li ha sempre preparati adeguatamente, fino a farli trionfare nei più qualificati e prestigiosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali.

Ultima revisione articolo: