Alternanza scuola lavoro al Concorso Pianistico di Albenga

Studenti dei licei Don Bosco di Alassio e Giordano Bruno di Albenga, dice il direttore artistico del concorso, Isabella Vasile, “vengono a contatto con una realtà lavorativa vera e propria”

concorso pianistico stedentesse alternanza scuola lavoro

Albenga / Alassio | Il concorso pianistico “Città di Albenga” collabora con i licei Don Bosco di Alassio e Giordano Bruno di Albenga nei progetti di alternanza scuola/lavoro. “Per loro questa esperienza rappresenta un momento importante di crescita, poiché vengono a contatto con una realtà lavorativa vera e propria” spiega il direttore artistico del concorso, Isabella Vasile: “Aiutano e supportano l’ufficio turismo nella parte della promozione dell’evento e scoprono quali sono le fasi organizzative di una manifestazione complessa come un Concorso Pianistico di questo calibro. Inoltre hanno la possibilità di mettere in gioco le loro competenze informatiche e linguistiche. Oltre infatti a lavorare alla promozione con le risorse a disposizione in rete, vengono in contatto con artisti stranieri di varie nazionalità”.

offertecooponline

Seguiti e guidati dalla direzione artistica e dagli altri componenti dell’ufficio i giovani studenti “partecipano con entusiasmo all’evento lavorando con molta serietà e dedizione ed appassionandosi al Concorso Pianistico già dal primo giorno”. I ragazzi che quest’anno partecipano al progetto sono Aurora Casula, Michelle Tenderini, Nicole Vio, Veronica Speciale e Maria Ruocco (dal liceo Giordano Bruno di Albenga), Sultane Elezi, Lea Giordano e Greta Lila (dal Don Bosco di Alassio).

Continua Isabella Vasile: “Questa è la componente più giovane del nostro staff e, proprio per questo, maggiormente vicina a molti dei pianisti partecipanti che trovano in questi coetanei delle persone con cui comunicare  con maggior immediatezza e disinvoltura, spesso smorzando anche la tensione della gara. Il loro ruolo è quindi molto prezioso per il concorso pianistico.”

Il Concorso Pianistico di Albenga, commenta il sindaco Riccardo Tomatis “oltre ad essere molto importante per la nostra città, la cultura ed il suo turismo, rappresenta anche l’opportunità per i giovani e giovanissimi artisti di esibirsi, ma anche per i ragazzi del Liceo di entrare a contatto, in alcuni casi per la prima volta, con il mondo del lavoro e di farlo attraverso una realtà seria e altamente professionale. Questi ragazzi hanno modo di imparare molto e di acquisire esperienze che potranno servire loro in futuro. Siamo molto fieri anche di questo importante aspetto”.

Ultima revisione articolo: