Liguria, mobilità degli studenti ed emergenza maltempo

Un bus Tpl passa alla stazione di Savona

Savona / Genova | Le disposizioni messe in atto per garantire il trasporto e la mobilità degli studenti. A seguito di un incontro che si è tenuto in Regione con il presidente della Provincia Pierangelo Olivieri, alla presenza anche del provveditore agli studi di Savona, del consigliere regionale Angelo Vaccarezza e di una interlocuzione con Simona Sacone, presidente di Tpl, non sono state riscontrate criticità per i 220 studenti che oggi si sono recati dalla Val Bormida agli istituti superiori savonesi.

offertecooponline

Il sistema ferroviario, in combinazione con le corse Tpl ha retto, ma è stato condiviso un monitoraggio anche nei prossimi giorni per valutare, in base ai flussi sui mezzi Tpl da e per le stazioni, sia in Valbormida sia a Savona, se sarà necessaria in un’implementazione del numero dei mezzi in servizio. L’assessore Cavo ha ribadito la disponibilità del Miur ad attivare, tramite regione Liguria, un servizio scuolabus (da e per le stazioni) se ritenuto necessario.

VALLE STURA. Oltre alla soluzione del treno, valida soprattutto per gli studenti della Valle Stura residenti nei Comuni serviti dalle stazioni, permane l’opzione del trasporto su autobus Apt, scelto quest’anno da 120 studenti delle scuole superiori: il percorso sarò effettuato via Turchino con capolinea Voltri Fs (salvo diversa comunicazione) con prosecuzione in direzione Genova tramite i servizi Trenitalia e Amt.  Per questa opzione è stato incrementato il servizio: alle corse in partenza dal capolinea di Masone alle 6.30, 6.40, 7.11 è stata aggiunta una corsa alle ore 6.15.

Per quanto riguarda la soluzione via ferrovia, il treno in partenza da Campoligure alle 6.41 sarà servito con gli l’autobus in partenza da Masone Isolazza alle 6.15 e 6.24 ma con un monitoraggio dei flussi e l’impegno di Atp – assunto durante la riunione con gli assessori Ilaria Cavo e Gianni Berrino – di implementare il numero dei mezzi in servizio nel caso aumentasse il numero dei passeggeri. Su richiesta degli assessori è stato anche raggiunto l’accordo per collegare il centro operativo di ATP con le segnalazioni provenienti dal Crm (sala operativa di Trenitalia) in modo che gli autisti possano essere avvisati in tempo reale dell’eventuale ritardo dei treni e aspettare gli studenti che rientrano da scuola con il treno (e i passeggeri in generale) evitando che perdano la coincidenza sulle corse del ritorno a casa. Alla riunione odierna hanno partecipato Carlo Malerba per ATP e Sandro Clavarino per la direzione scolastica

Ultima revisione articolo: