Liguria 24 ore di Allerta rossa: “invitiamo tutti i cittadini a tenersi informati”

Il presidente di Regione Liguria ha invitato tutti i cittadini a tenersi informati attraverso i siti istituzionali prima di effettuare spostamenti e ha raccomandato di fare attenzione ai corsi d’acqua

Strada bagnata per pioggia

Savona / Genova | Maltempo su tutta la regione con l’allerta rossa sul centro – ponente della regione, dalle 24 di oggi venerdì 22 novembre fino alle 24 di domani sabato 23, salvo modifiche. In particolare è prevista allerta arancione sulla costa da Spotorno a Camogli e nell’entroterra dalle 18 alle 24 di oggi, quindi rossa fino alle 24 di domani sabato 23 novembre. A levante allerta gialla fino alle 24 di sabato 23 novembre. Nell’entroterra di levante allerta arancione dalle 18 di oggi alle 15 di sabato.

offertecooponline

Il punto sull’arrivo di una nuova ondata di maltempo è stato effettuato questo pomeriggio nella sede della protezione civile regionale alla presenza del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, del sindaco di Genova Marco Bucci, dell’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone, del consigliere comunale delegato alla protezione civile del Comune di Genova Sergio Gambino e dei tecnici di ARPAL.

“Per 24/36 ore ci saranno precipitazioni diffuse e persistenti – ha ribadito Francesca Giannoni, responsabile centro meteo di ARPAL – intervallate da scrosci e da venti forti di burrasca e anche da una mareggiata intensa con onde fino a sei metri. L’equilibrio dei venti e l’intensità più o meno forte dello scirocco definiranno la localizzazione precisa delle precipitazioni che rimarranno più sulla costa se il vento è di scirocco. Solo sabato nel pomeriggio si valuterà la prosecuzione dell’allerta anche domenica. L’intensità dell’evento rimanda a quanto accaduto nel 2016 a Imperia e Savona con allagamenti diffusi nell’albenganese e nella zona delle bormide”.

Liguria Allerta Rossa a b d arancione e gialla c

“Si tratta di un evento di particolare importanza e intensità – ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – Si prevedono 24 – 36 ore di piogge ininterrotte, con vento forte e fenomeni violenti. Un fenomeno che ci preoccupa e non va preso sottogamba. Sarà interessato tutto il ponente, fino a Genova, dalle prime ore di domattina”. Il presidente Toti ha ricordato che “tutto ciò avviene su un territorio decisamente provato dalle precipitazioni: 1400 millimetri di pioggia già caduti a novembre su una media annuale di 1700 millimetri, tenendo conto che i fenomeni si verificano su un suolo molto secco”.

Anche oggi alcune frane hanno causato sfollati a Nervi, secondo fenomeni quasi quotidiani su un territorio ormai saturo. E per la nuova allerta è prevista l’apertura non stop della sala di protezione civile regionale, dei centri operativi comunali e l’annullamento degli eventi previsti a Palazzo Ducale. Allertati già i volontari e le colonne mobili. Il presidente di Regione ha invitato tutti i cittadini a tenersi informati attraverso i siti istituzionali prima di effettuare spostamenti e ha raccomandato di fare attenzione ai corsi d’acqua.

Il sindaco di Genova Marco Bucci ha comunicato che “tutte le procedure per l’allerta rossa sono state messe in funzione: il Centro operativo Comunale è già aperto, soprattutto le scuole domani saranno chiuse e gli eventi previsti cancellati. Previste 42 pattuglie di polizia locale e 10 pattuglie di protezione civile per avere un controllo capillare della situazione frane”. “Abbiamo un nuovo sistema con centraline per monitorare i rivi in tempo reale – ha detto Bucci – Nel momento in cui si verificassero situazioni rischiose, inizieremo chiudendo le strade e a quel punto inviteremo i cittadini a rimanere a casa”.


Fasce orarie dell'allerta meteo Liguria

Vedi i dettagli in Maltempo, meteo Liguria: arriva l’Allerta Rosso

FERROVIE, Trenitalia e RFI hanno comunicato che i punti più sensibili della rete regionale verranno presidiati da oltre 150 tecnici per individuare tempestivamente gli eventuali problemi e intervenire. La mobilità sarà comunque garantita dai servizi sostitutivi in caso di interruzioni alla linea. La velocità fra Genova e Acqui Terme sarà ridotta a 30 km orari per precauzione, con allungamento dei tempi di percorrenza di circa un’ora. I servizi ferroviari potranno essere ridotti o subire modifiche in base al peggioramento delle condizioni meteo. Sono previsti bus nelle stazioni di Genova, Imperia, Savona La Spezia, Acqui, per l’eventuale attivazione di servizi sostitutivi, in base all’evolversi delle condizioni metereologiche. Altri bus fuori regione, pronti a Torino e a Milano, potranno servire le linee di collegamento con Genova. Prima di mettersi in viaggio è consigliato contattare il numero 892021, consultare la sezione infomobilità e il sito web viaggiatreno.it o seguire i canali social del Gruppo FS Italiane: twitter @fsnews_it; @lefrecce. È possibile ricevere informazioni in tempo reale sul proprio treno e sulla circolazione ferrovia registrandosi al servizio smart caring tramite app Trenitalia.


SANITÀ. ASL 1: i Distretti sanitari sono chiusi di sabato, come sempre.  I centri prelievo dell’ospedale di Bordighera e dell’Ospedale di Imperia (che svolgono l’attività per gli esterni) sono regolarmente aperti. ASL 2: Dall’analisi relativa ai siti in cui sono posizionate le strutture ASL 2 è emerso che alcune di queste hanno problemi di possibili criticità e si trovano in zona rossa. Tra queste risultano: Il consultorio di Piazza Pacini 2 ad Alassio; Il Consultorio via Alla Costa di Vado Ligure; il Distretto Sanitario di Via Collodi 13 a Savona. In queste sedi le attività assistenziali operanti al sabato saranno sospese nella giornata del 23 novembre e saranno riprogrammate entro breve; il personale provvederà ad avvisare i cittadini che hanno appuntamento in queste strutture. In alcune strutture site in aree non a rischio, è stato verificato che l’accesso passa attraverso zone esondabili come, ad esempio, l’Istituto Medico Pedagogico di Via Fiume 20 a Borghetto Santo Spirito e il Distretto ex Ruffini via alla Pineta 6 a Finale Ligure. In questi casi i pazienti sono pregati di prestare la massima attenzione per giungere alla struttura ASL che sarà comunque aperta. Per l’ospedale di Cairo, è stata predisposta la chiusura dell’attività di radiologia per esterni e i cittadini vengo avvisati in queste ore.
Sempre nella giornata del 23 novembre, il personale ADI (assistenza domiciliare) per l’assistenza territoriale interverrà nei casi in cui l’intervento sanitario è “inderogabile”. Per tutti gli altri verrà riprogrammato per evitare rischi al personale che deve attraversare zone esondabili.

ASL 3: Domani, sabato 23 novembre, rimarranno chiuse le seguenti sedi territoriali:  * Zona Sampierdarena (Distretto 9): Palazzo della Salute Fiumara Via degli Operai 80. La struttura sarà chiusa e non saranno quindi disponibili i seguenti servizi: servizio di urgenza odontoiatrica in accesso diretto; visite specialistiche di diabetologia; attività intramoenia. Inoltre non avrà luogo l’evento di vaccinazione antinfluenzale dedicato agli assistenti familiari che è stato riprogrammato per il 7 dicembre (ore 9-12).   *   Zona Centro (Distretto 11): Poliambulatorio di via XII Ottobre 10. La struttura sarà chiusa e non saranno quindi disponibili i seguenti servizi: prelievi in accesso diretto; ambulatorio di reumatologia; attività intramoenia.   * Zona San Fruttuoso (Distretto 12): Poliambulatorio di via Archimede 30A. La struttura sarà chiusa e non sarà disponibile l’ambulatorio di vaccinazione antinfluenzale.   * Zona Levante (Distretto 13): Poliambulatorio di via Missolungi 14 Genova Nervi. La struttura sarà chiusa e non sarà quindi disponibile l’ambulatorio di otorinolaringoiatria. Attenzione: gli Utenti prenotati per visite o accertamenti nelle strutture indicate verranno avvisati e ricontattati per fissare un nuovo appuntamento. Inoltre saranno sospese in via cautelativa su tutto il territorio di Asl 3 anche le attività dei Centri diurni, delle Cure palliative, Cure domiciliari, Visite specialistiche domiciliari, Prelievi a domicilio. Non saranno disponibili il modulo diurno presso Reparto speciale disabili e le attività correlate. Di seguito sono segnalate le attività per cui invece è prevista l’apertura:   *Ambulatorio del fine settimana per i ‘codici bianchi’ presso la Croce Rosa Rivarolese (per info: http://www.asl3.liguria.it/ambulatorio-medico-del-fine-settimana.html); *   Sede Ser.T. presso l’ex Ospedale Celesia (le altre sedi Ser.T. saranno chiuse). *   Centro Salute Mentale di Corso Paganini e di via Maggio 6 a Quarto (le altre sedi territoriali della Salute mentale saranno chiuse). *   Servizio di guardia medica: svolgerà regolare attività. Gli ospedali di Asl 3 (Ospedale Villa Scassi Sampierdarena, Ospedale Padre Antero Micone, Sestri Ponente, Ospedale Gallino Pontedecimo, Ospedale La Colletta Arenzano) non chiudono nessun servizio. Particolare cautela verrà applicata nelle dimissioni, che verranno organizzate tenendo conto delle zone di residenza del paziente. Il personale come di consueto è stato avvisato della possibilità di tramutare la reperibilità in guardia attiva per evitare spostamenti pericolosi nell’orario dell’allerta. Si raccomanda ai cittadini di osservare le indicazioni della Protezione civile e dei Comuni.

ASL 4: allerta gialla nessuna chiusura. ASL 5: allerta gialla, nessuna chiusura. E.O.O.GALLIERA: nessuna chiusura prevista. Particolare attenzione sarà rivolta alle dimissioni, con valutazione caso per caso. ISTITUTO G.GASLINI. Domani, sabato 23 novembre, all’Istituto G. Gaslini verrà chiuso solo il piano -3 del parcheggio interrato (come di consueto in caso di allerta meteo rossa) e saranno attuate tutte le misure di prevenzione e controllo sistematico da parte del personale tecnico e della direzione sanitaria sul regolare funzionamento dei servizi dell’ospedale. OSPEDALE POLICLINICO SAN MARTINO. Nessuna chiusura prevista. Particolare attenzione alle dimissioni, valutate caso per caso.

Potenziamento personale 118 e 112. A causa dell’allerta meteo arancione/rossa, è stato attivato un operatore tecnico 118 per presenziare dalle ore 17 di oggi al Centro coordinamento soccorsi. Come da protocollo, sono stati attivati i reperibili per garantire una unità in più in centrale operativa 118. Per quanto riguarda la centrale 112, stanotte saranno presenti n.4 operatori + 1 Responsabile tecnico. Il referente di turno è autorizzato a chiedere la disponibilità agli operatori presenti di fermarsi massimo 2 ore oltre al loro turno in caso di un numero elevato di chiamate.

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

Ultima revisione articolo: