Un documentario sui City Angels di Albenga

Martedì a Palazzo Oddo una serata dedicata all'approfondimento delle attività svolte dai volontari appartenenti alla sezione ingauna dell'associazione

City Angels di Albenga durante un oncontro in Comune

Albenga | Chi sono e che cosa fanno i City Angels? Martedì 5 novembre alle ore 21 nella Sala conferenze al terzo piano di Palazzo Oddo (in via Roma) verrà proiettato il documentario dei City Angels della sezione di Albenga, e durante la serata i volontari racconteranno le loro esperienze in città e i vari aspetti del loro lavoro.

RobertoMichels

L’associazione, a livello nazionale, è stata fondata a Milano nel 1994 da Mario Furlan e in 25 anni ha aperto sedi in varie città; i volontari “operano principalmente per strada occupandosi degli ‘Invisibili’, ossia quelle persone senza fissa dimora che si trovano ai margini della società, dei tossicodipendenti, abbandonati e maltrattati, che rischiano di trovarsi in situazioni al limite della pericolosità, senza tralasciare le attività di controllo di vicinato”.

La sezione di Albenga ha una nascita più recente, che risale a un paio d’anni fa, al settembre 2017, quando Adriano Crozza “avendo a cuore la città e spinto da un forte desiderio di azione per poter migliorare il territorio, contattò Mario Furlan detto Stone il quale gli disse di recarsi a Milano per parlarne. Da quell’incontro nacque la sezione dei City Angels di Albenga, la prima in Liguria”.

Inizialmente, ricorda lo stesso Adriano Crozza, “il lavoro degli Angeli si occupava di un’area vasta, si partiva da Albenga fino ad arrivare a Savona; vedendo che la situazione era piuttosto grave, si decise di aprire una seconda sezione proprio a Savona. Grazie alla collaborazione fra volontari dei City Angels, Forze dell’Ordine del territorio e Amministrazioni locali, si crea un ottimo rapporto sinergico così da monitorare un’area decisamente vasta garantendo ai residenti una maggiore sicurezza ed attenzione”.

Ultima revisione articolo:

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO