Loano, raid CasaPound: la condanna del sindaco Pignocca

Sindaco Pignocca: "Gesti del tutto discutibili come questo non hanno nulla di opportuno e, anzi, offendono la sensibilità dell'intera cittadinanza”

Statua di San Francesco imbavagliata a Loano

Loano | Questa mattina la statua di San Francesco d’Assisi (situata nell’omonima piazza di Loano) si è ritrovata “imbavagliata”. Intorno al collo e sulla bocca del santo, infatti, è stata annodata una lunga striscia di tessuto rosso sulla quale qualcuno ha vergato la scritta “Censurato”. Il “bavaglio” è stato rimosso dagli agenti della polizia locale di Loano, prontamente intervenuti nella zona della piazza, dove oggi, tra l’altro, si tiene il mercato settimanale del venerdì. Secondo quanto accertato, la scultura che raffigura il santo patrono d’Italia sarebbe stata vittima della “campagna” messa in atto dai simpatizzanti di CasaPound per mantenere alta l’attenzione e protestare contro la censura operata nei confronti delle pagine e dei profili personali degli attivisti da parte di Facebook ed Instagram, in attesa della prima udienza della causa intentata contro i socialnetwork che si terrà il prossimo 13 novembre.

Acquista il biglietto

Sabato 14 dicembre al Teatro Chiabrera di SAVONA "Lo Schiaccianoci” di Čajkovskij con il Balletto di Milano diretto da Carlo Pesta.

La misura adottata dai socialnetwork è del resto in accordo con una recente Risoluzione votata dal Parlamento Europeo (19 settembre) che “esorta gli Stati membri ad assicurare la loro conformità alle disposizioni della decisione quadro del Consiglio, in modo da contrastare le organizzazioni che incitano all’odio e alla violenza negli spazi pubblici e online, nonché a vietare di fatto i gruppi neofascisti e neonazisti e qualsiasi altra fondazione o associazione che esalti e glorifichi il nazismo e il fascismo o qualsiasi altra forma di totalitarismo, rispettando nel contempo l’ordinamento giuridico e le giurisdizioni nazionali”.

Clicca le offerte

Speciale tesori Nascosti. Non pensavi di trovarlo su Amazon? Offerte imperdibili: scoprite marchi e prodotti di qualità a prezzi ottimi (valido fino al 12 novembre 2019)

L’amministrazione comunale loanese condanna fermamente il gesto: “Il nostro è un paese democratico – sottolinea il sindaco Luigi Pignocca – Il nostro ordinamento giuridico garantisce la libertà di pensiero e di opinione e consente a tutti i cittadini di manifestare liberamente il proprio dissenso. Tuttavia, ci sono strumenti, sedi e canali oppportuni per farlo. Gesti del tutto discutibili come questo non hanno nulla di opportuno e, anzi, offendono la sensibilità dell’intera cittadinanza”. Lo scorso 12 settembre sempre nella zona di piazza San Francesco, era stato affisso uno striscione “celebrativo” dell’impresa dannunziana di Fiume che riportava la scritta “Uomo libero ricorda Fiume”. Anche in quel caso lo striscione era stato rimosso dagli agenti della polizia locale. (effe)


IN BREVE | Questa mattina a Loano la statua di San Francesco d’Assisi si è ritrovata “imbavagliata” da una lunga striscia di tessuto rosso sulla quale qualcuno ha vergato la scritta “Censurato”. Il “bavaglio” è stato rimosso dagli agenti della polizia locale di Loano. Sindaco Pignocca: “Gesti del tutto discutibili come questo non hanno nulla di opportuno e, anzi, offendono la sensibilità dell’intera cittadinanza”.


Clicca l'offerta

In promozione. Tempo di decorare! Luci e decorazioni natalizie per il tuo albero e la tua casa

Ultima revisione articolo: