Andora, campane suonate come un pianoforte

don Stefano ad Andora sulla torre del campanile

Andora | Concerto di campane, martedì 24 settembre, alle ore 11, nella Parrocchia Cuore Immacolato di Maria per festeggiare il venticinquesimo anniversario dell’inaugurazione del Campanile – Torre civica. Sarà il primo di una serie perché i batacchi saranno mossi da una particolare tastiera, posizionata di recente, che permette di far suonare le campane con una tecnica del tutto simile a quella del pianoforte.

RobertoMichels

Il campanile della parrocchiale di piazza Santa Maria possiede attualmente un concerto di cinque campane in La bemolle (410 kg, ø 90,5 cm), fornite e automatizzate dalla ditta Trebino di Uscio nel 1994. Cinque note con cui, grazie alla nuova tastiera, è possibile far risuonare nell’aria un buon repertorio di musiche che domani mattina saranno interpretate dall’Associazione dei campanari “Genova Carillons”, che raduna musicisti e appassionati dell’arte campanaria. La tecnica del concerto a mano ha molti appassionati anche fra i giovani. Per ascoltare l’esibizione basterà trovarsi martedì 24 settembre in piazza Santa Maria delle ore 11.00 alle 12.00.

“In occasione dell’importante anniversario, è stata posta una tastiera meccanica nella cella campanaria che servirà, anche per gli anni a venire, a rivivificare questa preziosa tradizione culturale e identitaria tipicamente ligure – spiega Don Stefano Caprile che nei giorni scorsi ha regalato ad Andora un piccolo saggio di concerto mettendosi personalmente alla tastiera – Le campane  sono state benedette il 3 luglio 1994 dall’allora Vescovo di Albenga – Imperia, S.E.R. Mons. Mario Oliveri. Da sempre il suono delle campane anima la vita della città. Il battito delle ore scandisce il tempo e i segnali religiosi quotidiani toccano la coscienza e la mente di tutti. La campana è espressione della voce di Dio e della Chiesa che invita i fedeli alla preghiera, a radunarsi in santa assemblea per celebrare i divini misteri, che scandisce i momenti importanti della vita cristiana, lieti e tristi, saluta i bambini appena nati che vengono portati in chiesa per ricevere il Battesimo, gioisce con i ragazzi il giorno della prima Comunione e della Cresima, fa festa con gli sposi il giorno delle Nozze, saluta coloro che lasciano questa vita terrena per entrare nell’eternità. La campana accompagna tutti i momenti importanti della vita del singolo cristiano e della comunità civile”.

Alle campane della Parrocchia andorese, è toccato anche far da campanella, quando nel maggio del 2017, le opere parrocchiali ospitarono le classi della scuola media per un mese, a causa della chiusura del plesso di via Cavour che era a rischio crollo: don Stefano programmò i batacchi per segnalare l’inizio e la fine delle lezioni. La Parrocchia e il Comune di Andora celebreranno questo 25° anniversario ricordando sia la funzione pubblica, tanto religiosa quanto civile, del suono delle campane, “con la speranza che meglio se ne comprenda e apprezzi il suono”.

“Un sincero ringraziamento a don Giuseppe Bazzano che ideò il progetto del nostro campanile e al compianto don Rinaldo Bertonasco che ne curò la realizzazione – ha dichiarato annunciando l’evento Don Stefano Caprile – un grazie anche ai cittadini, parrocchiani e turisti andoresi che venticinque anni fa vollero il campanile riconoscendone l’importanza tanto religiosa quanto civile, perché da millenni il campanile è il richiamo più potente e immediato di qualsiasi paese e città. Un encomio all’amministrazione comunale che da sempre ne ha sostenuto l’onere dell’alimentazione. Al Sindaco Mauro Demichelis, che ha accolto con entusiasmo l’iniziativa della Parrocchia assicurandone il Patrocinio; alla ditta Trebino che con professionalità ne ha curato negli anni tutte le necessità; all’Associazione Genova Carillons, in particolare al presidente Riccardo Frio, e alle giovani e giovanissime generazioni di campanari da lui seguite per aver dotato il nostro campanile della nuova tastiera e per il concerto che allieterà il cuore di tutti”.


IN BREVE | Il venticinquesimo anniversario dell’inaugurazione del Campanile – Torre civica di Andora sarà festeggiato con un concerto di campane. I batacchi saranno mossi da una particolare tastiera, posizionata di recente, che permette di far suonare le campane con una tecnica del tutto simile a quella del pianoforte. Per ascoltare l’esibizione basterà trovarsi martedì 24 settembre in piazza Santa Maria delle ore 11.00 alle 12.00. La Parrocchia e il Comune di Andora celebreranno questo 25° anniversario ricordando sia la funzione pubblica, tanto religiosa quanto civile, del suono delle campane, “con la speranza che meglio se ne comprenda e apprezzi il suono”.


Ultima revisione articolo: