Escursione alla Madonna della Guardia a Calice

Posto a mezza strada tra Finale Ligure ed il colle del Melonio, il santuario della Madonna della Guardia di Calice in passato è stata sovente inserita nel calendario di “Loano non solo mare”

Loano / Calice Ligure | Continuano le uscite di “Loano non solo mare”, il programma curato dalla sezione loanese del Cai con il patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune. Giovedì 12 settembre è in programma un’escursione alla Madonna della Guardia a Calice Ligure. Posto a mezza strada tra Finale Ligure ed il colle del Melonio, il santuario della Madonna della Guardia di Calice da quasi due secoli rappresenta un monumento di religiosità e devozione ed è una meta classica delle escursioni nell’entroterra finalese: in passato è stata sovente inserita nel calendario di “Loano non solo mare”.



I partecipanti si ritroveranno alle 8.30 in piazza Valerga. Da qui si dirigeranno in auto verso Finale Ligure, raggiungendo poi Finalborgo e Calice Ligure. Da Calice si sale lungo la parte sinistra della valle dapprima usufruendo di un comodo stradello asfaltato che passa nei pressi della borgata di Eze e poi immettendosi su un sentiero (il sentiero di Boncucco) che tra boschi e macchia mediterranea si alza gradatamente fino a raggiungere il largo piazzale erboso al cui centro si erge lo scenografico santuario della Madonna della Guardia, ricoperto con pietra lavorata e sul cui fianco destro si eleva la poderosa torre campanaria. Il piazzale, immerso nel verde, offre una grandiosa vista panoramica che spazia dalla costa ai monti dell’entroterra finalese e savonese. Qui verrà consumato il pranzo al sacco.



Il ritorno avverrà percorrendo una facile sterrata che inizialmente raggiungerà la zona denominata Collarina, passerà quindi nei pressi di una vecchia e storica fornace e discenderà alfine alla località del Pozzo del Mulino, dalla quale in breve si perviene all’abitato di Rialto. La gita avrà una durata di circa 4 ore e mezzo con un dislivello di 450 metri circa con itinerario ad anello. I capigita sono Bruno Ravera, Gabriella Gibbone, Mario Chiappero e Cesare Zunino. Per la partecipazione alla gita di non soci Cai è necessario sottoscrivere l’assicurazione nominativa infortuni, da richiedere entro le ore 12 del giorno precedente lo svolgimento dell’attività stessa telefonando a Laura Panicucci (ai numeri 019.67.23.66 o 3497854220).

Ultima revisione articolo: