Perché non vadano mai via: nelle Grotte di Borgio Verezzi performance di lettura teatrale e non solo

Speciale incontro letterario con una performance di lettura teatrale, musica e danza organizzata dalla Coooperativa Arcadia e dal Comune, in collaborazione con l’Associazione ingauna #cosavuoichetilegga?

Albenga / Borgio Verezzi.

“Perché non vadano mai via”. Mercoledì 4 settembre alle ore 21 presso le Grotte di Borgio Verezzi ci sarà uno speciale incontro letterario con una performance di lettura teatrale, musica e danza – organizzata dalla Coooperativa Arcadia e dal Comune di Borgio Verezzi, in collaborazione con l’Associazione ingauna #cosavuoichetilegga?. La performance, anticipano gli organizzatori, “darà voce alle storie e alle narrazioni dei nostri avi: pescatori, falegnami, che hanno amato e vissuto nel nostro territorio duro e aspro. Si tratta di un vero e proprio mosaico di storia popolare ligure, che si rifà alla metodologia storica inaugurata, in Liguria, nell’Archivio Ligure di Scrittura Popolar, istituito nel 1986 da Antonio Gibelli. La memoria della gente comune, ovvero la memoria del quotidiano, rappresentano infatti un importante filone di ricerca storica attuale rilevante, non soltanto dal punto di vista scientifico, ma anche culturale, perché capace di far arrivare, attraverso la narrazione degli attori, lo stile di vita, i pensieri e i simboli, di una tradizione culturale locale, che altrimenti andrebbe a scomparire”.

Performance di lettura teatrale e non solo tratta dal libro di Emilio Grollero, “Perchè non vadano mai via” (ed. La vita Felice, Milano) con lettori ad alta voce: Simonetta Tassara, Sonia Angarano, Mauro Bico, Sara Ogando dos Santos, accompagnamento musicale di Gian Paolo Grollero, la partecipazione del Gruppo stabile lettori dell’ APS #Cosavuoichetilegga? Anna Cossetta, Graziella Ghezzi, Michele Marziano, Susy Minutoli, Paola Paolino, Loredana Polli e gli interventi Cosavuoichetidanzi? con Irene Ciravegna, Gabriella Gallo; voce fuori campo: Franco Heera Carola; Coreografie: Irene Ciravegna; Regia: Franco Heera Carola. Ingresso 5 euro.

I lettori dell’associazione di promozione sociale #cosavuoichetilegga? di Albenga interpreteranno i diversi personaggi del nostro passato, mentre due danzatori – della stessa associazione – concluderanno la serata dando “corpo e movimento alla lettera di un pescatore che, nel rimorso di aver perso il suo grande amore, lo cerca invano”. Lettura e danza “si fonderanno in un percorso culturale di grande valore scientifico e artistico, per ascoltare e vivere insieme ai nostri avi, la loro (e forse anche un po’ nostra) vita quotidiana”. Per la cooperativa Arcadia, gestore delle Grotte, “è un vero piacere ospitare questo evento”, come dichiara il presidente Aldo Genesio: “Unire natura e cultura è un obiettivo che abbiamo sempre perseguito sin dall’inizio della gestione di questo importante sito turistico e naturalistico; in questo caso la cultura si unisce alla tradizione, all’etnografia, a quanto ci hanno lasciato in eredità i nostri nonni e i nostri Anziani, affinché la memoria di ciò che hanno fatto e di ciò che siamo stati non venga perduto e si tramandi alle nuove generazioni”.

Ultima revisione articolo: