Premio Alassio centolibri: 25 anni da Festival

Nella foto: Roberto Alajmo, vincitore dell'edizione 2018, con Franco Gallea

Alassio. Per festeggiare il significativo traguardo un vero e proprio Festival della Cultura con visite guidate, laboratori per bambini e ragazzi, incontri e percorsi enogastronomici. Alassio Centolibri compie 25 anni e festeggia con un evento che ha attraversato tutta l’estate alassina per giungere al gran finale. Come da tradizione consolidata, l’iter del Premio Letterario, avviato con l’annuncio degli autori e dei romanzi finalisti, avrà il suo culmine tra pochi giorni, il 7 settembre con la cerimonia di premiazione nel corso dell’evento pubblico che anche quest’anno sarà presentato da Gerry Scotti, ormai un fedelissimo di questa città e di questo premio.

offertecooponline

“Un traguardo molto importante questo venticinquesimo anniversario – ricorda Angelo Galtieri, vicesindaco di Alassio –che rappresenta magnificamente 45 anni di sforzi della Città di Alassio verso la cultura libraria in favore dei propri cittadini e dei turisti della nostra Città”. Dopo gli incontri con i sei autori finalisti del premio, chiamati a presentare, davanti al pubblico alassino i loro romanzi, e in attesa della premiazione finale, dal 4 al 7 settembre si terrà infatti un fitto calendario di appuntamenti volti a sottolineare le eccellenze culturali, artistiche e perchè no, gastronomiche della nostra città. “Quattro giorni intensi – spiega Paola Cassarino, Consigliera incaricata alla Cultura del Comune di Alassio che ha fortemente voluto una programmazione ad hoc per festeggiare il prestigioso traguardo di 25 anni del Premio Letterario Alassio Cento Libri – con iniziative che partendo dalle radici della nostra storia muovono nel senso di una cultura di respiro europeo”. Ecco il programma:

Mercoledì 4 settembre

  • Ore 18,30 Piazza della Libertà: “Ricordi di Eugenio Montale” con Bianca Montale e Stefano Verdino
  • Ore 20,00 Pontile Bestoso: Aperitivo culturale con letture a cura di Giorgio Caprile

Giovedì 5 settembre

  • Ore 17,30 Diana Grand Hotel: “Levi: da Torino a Roma, passando per Alassio” con interventi di Luca Beltrami e Alberto Beniscelli
  • Ore 18,30 Pincaoteca Carlo Levi: “L’eredità di Carlo Levi” con Luca Beltrami
  • Ore 20,00: Pontile Bestoso: Aperitivo Culturale con il Prof. Bruno Schivo che racconterà storie e aneddoti di Alassio

Venerdì 6 settembre

  • Ore 17,30 Diana Grand Hotel: “L’informazione culturale per Mario Tozzi”: Ernesto Ferrero, presidente della Giuria del Premio “Alassio per l’Informazione Culturale” intervisterà il vincitore del premio, il giornalista, divulgatore scientifico e conduttore di “Sapiens” su Rai Tre, Mario Tozzi
  • Ore 18,30 Auditorium Roberto Baldassarre della Biblioteca Civica: “La presenza dell’Italia nelle Culture Europee” dibattito pubblico con gli italianisti Claude Cazalé-Berard, Michel Ossner, Martin McLaughlin e Roberto Francavilla
  • Ore 21,30 Piazza Partigiani: Conferimento del Premio “Alassio per l’Informazione Culturale” a Mario Tozzi. Conduzione e interviste a cura del Prof. Ernesto Ferrero

Sabato 7 settembre

  • Ore 16,30 Diana Grand Hotel: Intervista a Gerry Scotti, da sempre – salvo rarissime eccezioni – presentatore della serata finale del Premio Alassio Cento Libri
  • Ore 18,00 Hanbury Tennis Club: “Vittoriani ad Alassio” con Alessandro Bartoli, Denis Dardani, Lady Carolyn Hanbury e Jacqueline Rosadoni Poole
  • Ore 21,30 Piazza Partigiani Cerimonia di Premiazione dello Scirttore 1° Classificato al Premio Alassio centolibri – Un autore per l’Europa. La serata sarà presentata da Gerry Scotti, mentre il premio sarà consegnato dal vincitore dell’edizione 2018, lo scrittore Roberto Alajmo.

Non è tutto: ogni giorno, grazie alla collaborazione con i ristoratori dell’AssoRistoBar della Città di Alassio sarà possibile degustare menu del territorio, appositamente predisposti. Spazio poi a opportunità di scoperta o riscoperta dei luoghi più “preziosi” della Città di Alassio sia con le Passeggiate Culturali, sia con le aperture straordinarie della Pinacoteca Richard West e della Memorial Gallery (Viale Hanbury 17 – dal 4 al 7 settembre dalle 10 alle 12 e dale 17 alle 19; e della Pinacoteca e Archivio Carlo Levi (Via Gramsci 58 dal 4 al 7 settembre dalle 10 alle 12 e dale 17 alle 19)

Mercoledì 4 alle ore 21 con ritrovo presso il Pontile Bestoso visita “Al Borgo antico di Alassio di Sera”; giovedì 5 settembre con ritrovo in Piazza della Libertà alle ore 10 “Tour degli inglesi con visita ai Giardini di Villa della Pergola” (max 20 persone su prenotazione al 0182 648078); a sabato 7 settembre con ritrovo in Piazza della Libertà alle ore 10 “Pittori ad Alassio: West, Levi e Studio Beniscelli”. “In questo contesto – aggiunge Paola Cassarino – abbiamo voluto dedicare una particolare attenzione anche ai più piccoli predisponendo alcuni appuntamenti studiati espressamente per loro”. Mercoledì 4 settembre alle ore 17 nella Sala bambini della Biblioteca Civica di Alassio a partire dalle ore 17 si terrà il laboratorio ludico con partecipazione libera “Giocare con I libri”. Venerdì 6 settembre alle 16,30 sempre nella Sala Bambini della Biblioteca Civica si terrà il Laboratorio Creativo “Baby Chef” per il quale, ai fini organizzativi è richiesta la prenotazione (0182 648078 oppure biblioteca@comune.alassio.sv.it)

Pochi giorni ancora per scoprire quale tra i seguenti autori e romanzi sarà il vincitore di questa 25° edizione del premio e chi quindi concluderà questo splendido Festival della Cultura: “Il risolutore” di Pier Paolo Giannubilo (Rizzoli); “Prima che te lo dicano altri” di Marino Magliani (Chiarelettere); “La straniera” di Claudia Durastanti (La Nave di Teseo); “Addio fantasmi” di Nadia Terranova (Einaudi); “Il rumore del mondo” di Benedetta Cibrario (Mondadori); “Quando il cielo era il mare e le nuvole baleen” di Guido Conti (Giunti).

L’albo d’oro del Premio letterario

  • (1995) Gabriele Romagnoli “In tempo per il cielo”
  • (1996) Rosetta Loy “Cioccolata da Hanselmann”
  • (1997) F. Guccini , L. Macchiavelli “Macaronì”
  • (1998) Francesco Biamonti “Le parole la notte”
  • (1999) MaurizioMaggiani “Laregina disadorna”
  • (2000) Ernesto Ferrero “N”
  • (2001) Bruno Arpaia “L’angelo della storia”
  • (2002) Laura Pariani “Quando Dio ballava il tango”
  • (2003) Simonetta Agnello Hornby “La mennulara”
  • (2004) Paola Mastrocola “Una barca nel bosco”
  • 2005) Salvatore Mannuzzu “Le fate dell’inverno”
  • (2006) Claudio Piersanti “Il ritorno a casa di Enrico Metz”
  • (2007) Marcello Fois “Memoria de vuoto”
  • (2008) Paolo Giordano “La solitudine dei numeri primi”
  • (2009) Margaret Mazzantini “Venuto al mondo” 
  • (2010) Michela Murgia “Accabadora”
  • (2011) Marta Morazzoni “La nota segreta”
  • (2012) Valeria Parrella “Lettera di dimissioni” 
  • (2013) Fabio Stassi “L’ultimo ballo di Charlot”
  • (2014) Giorgio Falco “La gemella H” 
  • (2015) Paolo Rumiz “Come cavalli che dormono in piedi” 
  • (2016) Giuseppe Lupo “L’albero di stanze”
  • (2017) Donatella Di Pietrantonio “L’arminuta” 
  • (2018) Roberto Alajmo “L’estate del ’78” 

Ultima revisione articolo: