Alassio, il Comune verso l’acquisizione di parte del Fondo Carossino

Alassio. Il Comune verso l’acquisizione di parte del Fondo Carossino: il suo archivio personale e parte del suo fondo librario saranno catalogati e organizzati presso la Biblioteca Civica in una sezione dedicata affinché, con le opportune accortezze, sia ancora possibile consultarlo e valorizzarlo.



“Antonio Carossino è stata una delle più autorevoli voci storiche della Città di Alassio: cultore, appassionato, esperto e studioso delle vicende alassine, ha saputo mantenere vivi fatti e tradizioni della Città del Muretto”. Paola Cassarino, Consigliera incaricata alla Cultura del Comune di Alassio ricorda così la sua figura. “Ha contribuito a fondare l’Associazione Vecchia Alassio – prosegue Cassarino – e quante volte studenti, gli stessi amministratori, giornalisti e studiosi si rivolgevano a lui per approfondimenti su fatti, edifici e persone della storia della città di Adelasia”.



“Nel 2011 ci ha lasciato nella consapevolezza che un grande vuoto si era venuto a creare nella nostra città. “Ma grazie all’atto di donazione dei suoi eredi – aggiunge Paola Cassarino – in questi giorni è iniziato l’iter che porterà il Comune di Alassio ad acquisire il suo archivio personale e parte del suo fondo librario. Si tratta di un accordo importante dove la famiglia di Antonio ha giocato un ruolo decisivo con la volontà di destinarci questo prezioso materiale: un gesto che ci ha profondamente onorato e commosso. Provvederemo a classificarlo, tutelarlo e naturalmente a organizzarlo in una sezione dedicata presso la Biblioteca, perchè, con il dovuto e opportuno riguardo, possa ancora essere consultato e valorizzato: sarà un po’ come averlo ancora con noi!”

Ultima revisione articolo: