Folk, Premio Nazionale Città di Loano: i “Racconti di cornamuse” di Fabio Rinaudo e spettacolo di Mauro Palmas

Savona / Loano. Prosegue oggi –mercoledì 24 luglio – la 15a edizione del Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana organizzata dall'Associazione Compagnia dei Curiosi in collaborazione con l'Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, con la direzione artistica di Jacopo Tomatis. “Da Pasolini al liscio” è il titolo di questa edizione che presenta tra le novità la suggestiva passeggiata sulle cime che abbracciano Loano per un aperitivo musicale con Fabio Rinaudo, il massimo interprete in Italia di cornamusa. Il “Premio Incontra” diventerà itinerante con la camminata al Rifugio “Pian delle Bosse”, in collaborazione con il C.A.I. di Loano.

Ad accogliere il pubblico il concerto di Fabio Rinaudo “Racconti di cornamuse” dedicato alla scoperta e all’approfondimento di uno degli strumenti principe della musica italiana di tradizione. Fabio Rinaudo è da più di trenta anni attento studioso e interprete della cornamusa, e in particolare della Uilleann Pipes, la cornamusa irlandese, della Musette, la cornamusa del centro Francia e della Sordellina, zampogna italiana del primo Seicento. Ha fondato le formazioni dei Birkin Tree, musica irlandese, e Liguriani, musica della tradizione nord italiana, con le quali si esibisce da decine di anni in prestigiosi festival in Italia ed Europa. Seguirà l’aperitivo a cura del Rifugio. La camminata partirà alle ore 17.00 da Castagnabanca. La sera, alle ore 21.30, il Premio si trasferirà negli spazi più raccolti del Chiostro di Sant’Agostino per il concerto-spettacolo di Mauro Palmas Palma de Sols, affascinante viaggio tra la Sardegna e il Mediterraneo condotto dalla mandola del leader, con l’organo di Alessandro Foresti, le percussioni di Andrea Ruggeri, il basso di Silvano Lobina, il clarinetto e sax di Marco Argiolas e la voce di Simonetta Soro. Compositore, polistrumentista e mandolista di fama, Mauro Palmas è anche autore di musiche per il cinema e per il teatro e vanta disparate collaborazioni musicali, da Maria Carta a Elena Ledda, da Mauro Pagani a Paolo Fresu, da Lester Bowie a Don Moye. 

Palma  de sols è il suo quarto disco da solista: un viaggio senza tempo sulle antiche rotte di un mare testimone di molteplici destini e custode di inestimabili bellezze, teatro di indicibili sofferenze e veicolo di sogni e promesse di vita, tanto individuali quanto di interi popoli. Il mare nostrum, quel mediterraneo una volta enclave di civiltà diverse e ora specchio di egoismi feroci, diventa così protagonista di suoni e voci che, a loro volta, diventano racconto grazie anche al testo di Maria Gabriela Ledda che, scritto appositamente per questo lavoro e affidato alla voce di Simonetta Soro, si snoda come un seducente filo conduttore tra i diversi brani, svelando e nominando quanto la musica esprime ma non dice. Il Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana è organizzatocon il contributo della Fondazione A. De Mari, di Nuovo Imaie (fondi dell’articolo 7 L. 93/92) e il patrocinio della Regione Liguria edell'ANCI. Tutti i concerti e gli incontri sono ad ingresso gratuito.